Capirola happy hour

Una grande festa per concludere il quarantennale dell’IIS “Vincenzo Capirola” di Leno

IIS Capirola - Leno (Bs)

Leno (Brescia) – Si conclude con una grande festa il quarantennale dell’IIS “Vincenzo Capirola” di Leno: venerdì 29 maggio alle ore 20, studenti, docenti ed ex capirolini si ritrovano nel cortile dell’Istituto per il “Capirola happy hour”.

LocandinaLa serata prevede buffet e musica live.

Il quartetto B Flat Quartet, guidato dal batterista Alain Morandi, propone un repertorio jazz sofisticato con sonorità della tradizione newyorkese; dalle 22 la band 60Special, capitanata dall’ex capirolino Luca Zanolini, esegue musica italiana in tributo ai favolosi anni 60.

Dalle 17 alle 23 Poste Italiane è presente con l’annullo filatelico e le cartoline dedicate ai 40 anni dell’Istituto. Il fotografo e artista Roberto Cavalli ha collaborato realizzando la fotografia per le cartoline.

Per concludere alle 23 vengono estratti i biglietti della sottoscrizione a premi.

____________________________________

Era l’ottobre del 1974 quando a Leno apriva il primo biennio sperimentale della scuola superiore: 34 studenti in due classi. Da allora il Capirola ha offerto ai propri iscritti e al territorio opportunità di formazione di alta qualità in un’ottica di rinnovamento continuo per rispondere alle richieste di una società in costante evoluzione. Ora il Capirola conta circa 2.000 iscritti con percorsi di studio che spaziano dal professionale, al tecnico e liceale.

I numerosi eventi organizzati per il Quarantennale hanno contribuito ad arricchire la già ampia offerta formativa dell’Istituto durante il corrente anno scolastico. Tra gli illustri ospiti che gli studenti del Capirola hanno avuto il privilegio di incontrare si ricorda l’allora Direttore del Corriere della Sera, Ferruccio de Bortoli, il filosofo Remo Bodei, lo scrittore Fabio Geda, il prorettore del Politecnico di Milano Giuliano Noci e lo storico ed ex sindaco di Brescia Paolo Corsini. E ancora concerti, concorsi e gare sportive… Sono proseguiti gli ormai consueti incontri con il mondo dell’arte e attualmente, all’interno dell’Istituto, è possibile visitare la mostra “Un incontro inevitabile” con le meravigliose opere dello scultore Stefano Bombardieri e del fotografo Roberto Cavalli.

Il quarantennale è stata una straordinaria occasione per fare un bilancio della strada percorsa per affrontare nuove sfide con l’entusiasmo di sempre” dichiara, con una punta di orgoglio, il Dirigente Prof.ssa Ermelina Ravelli, che con passione e professionalità uniche guida l’Istituto dal 1989. “Il viaggio continua…”.

NESSUN COMMENTO

Lascia un commento


4 × = quattro