Tempo di lettura: 2 minuti

Solo quando vide il bacio capì che la sua vita stava per andare in frantumi. Per quanto beata fosse la sua espressione nella foto, vederla le causò un’ondata di terrore. Inspirò a fondo per ricacciare indietro la nausea. “Sa come si dice, signorina: un’immagine vale più di mille parole”… Alice, come tutti, ignorava ciò che il futuro le riservava, ma qualunque cosa fosse, era appena stato distrutto da quella fotografia. E non era che l’inizio“.

New York – Alice Humphrey, tornando dalla sua solita corsa mattutina, trova due uomini, poliziotti in borghese, infagottati in cappotti e sciarpe con i caffè stretti tra le mani, ad attenderla fuori dalla porta di casa.

Quel giorno la vita di Alice cambia irrimediabilmente. L’agente Shannon lascia cadere con noncuranza una foto sul tavolo della cucina di Alice: un’immagine che se toglie il fiato e che le fa capire che la sua vita sta per andare in frantumi. E’ impossibile non riconoscere la sua inconfondibile chioma rossa e il suo cappotto blu. Alice sta baciando un uomo.

Peccato che quell’uomo sia stato trovato morto poche ore prima, e lei non ricorda di averlo mai baciato. Anzi, crede che la fredda stretta di mano che le aveva dato il giorno dell’assunzione fosse il solo contatto fisico che avesse avuto con lui, Drew Campbell. Perché Drew era il suo nuovo capo, l’uomo che le aveva dato in gestione una galleria per conto di un misterioso proprietario.

Questo era il sogno che Alice coltivava da tutta la vita: le era sembrato troppo facile e troppo bello per essere vero. Eppure tutto era andato liscio, la galleria esisteva davvero e lei aveva firmato un contratto regolare.

Adesso, però, guardando quell’immagine Alice capisce che fino a quel momento non c’era stato nulla di regolare nella sua vita. Nulla di facile.

Alice ha la netta sensazione che con quella foto qualcuno la voglia incastrare, però non riesce ad immaginarne il motivo. Qualcuno che le è molto vicino magari, che se molte cose di lei…

Dopo “La ragazza nel parco“, Alafair Burke torna con “Una perfetta sconosciuta“, il nuovo thriller psicologico in cui nulla è come sembra, nel quale la protagonista vede crollare tutto attorno a se le proprie certezze, come se fossero un enorme castello di carte.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Esegui l'operazione aritmetica prima di inviare *