Patrioti di carta

La Resistenza attraverso le storie a fumetti e i cartoons a Iseo, Brescia sino al 1 maggio

Iseo, Brescia. “Partigiani e fumetto. Settant’anni di Resistenza nelle strisce disegnate” è il titolo della mostra dal 2 aprile all’1 maggio 2016 alla Fondazione l’Arsenale di Iseo, Brescia. Inaugura sabato 2 apMontemaggio Sergio Staino 2rile alle 18.00. “Patrioti di carta” nei 40 pannelli, nei quali si narra, attraverso immagini accompagnate dalle didascalie esplicative, il mutare delle varie visioni e interpretazioni della Resistenza attraverso le storie a fumetti e i cartoons di alcuni tra i più noti disegnatori italiani tra cui Mario Uggeri, Alfredo Castelli, Guido Crepax e Hugo Pratt.

Il fumetto quindi come chiave di lettura della storia. “Sin dall’immediato dopoguerra, e per gli oltre settanta anni trascorsi da quel lontano ma sempre vivo 25 aprile 1945, la Resistenza è stata più volte raccontata: letteratura, cinema, mostre fotografiche e altre iniziative hanno scolpito nella memoria attimi semplici, eroici, strazianti e commoventi della vita, e spesso della morte, di tanti partigiani che hanno combattuto per la libertà del nostro Paese, nel tentativo di raccontare alle generazioni più giovani un periodo cruciale per la nostra storia recente, per capire e per non dimenticare – spiega Pier Luigi Gaspa curatore della mostra – curiosamente, però, il fumetto, uno dei media più diffusi, alla Resistenza ha dedicato una scarsa attenzione, nonostante fosse un mezzo dalle enormi potenzialità comunicative e assiduamente frequentato dai giovani.”UN CUORE GARIBALDINO Hugo Pratt

Curatore della mostra, Pier Luigi Gaspa, è “uom di multiforme ingegno”, appassionato di scienza, ma anche di fantascienza, di letteratura avventurosa e di fumetti, si occupa professionalmente da un quarto di secolo di fumetti, comunicazione e multimedialità, nonché dell’uso dei media dell’immagine come strumenti didattico-educativi. Sue le traduzioni delle storie dei più importanti personaggi del fumetto (da Topolino a Flash Gordon, da Popeye ai supereroi). Gaspa è anche responsabile degli incontri culturali di Lucca Comics & Games e consulente del Museo del Fumetto e dell’Immagine di Lucca.

 Valentina Guido Crepax“L’idea di proporre la mostra a Iseo nasce su suggerimento del filosofo Giulio Giorello, in occasione della memorabile lezione sul tema “No Surrender. Resistenza e Libertà” da lui tenuta il 7 maggio dello scorso anno nell’ambito delle iniziative di commemorazione messe in campo dall’ANPI di Iseo per il 70° anniversario della Liberazione” – spiega il presidente Franco Zanotti.

Una mostra che nasce dall’incontro tra memoria, arte ed educazione e che si rivolge soprattutto ai giovani, ma non solo.

“Un viaggio fra le storie della Resistenza e dei partigiani, narrate nel fumetto, che offre un approccio diverso e di grande valenza comunicativa anche a quanti non sono propriamente lettori o appassionati d’arte e, nello stesso tempo, uno strumento molto efficace di approfondimento per chi ha già avuto un approccio sistematico all’argomento, presentandosi particolarmente idonea ad un uso didattico” – afferma Luca Degl’Innocenti, presidente della Fondazione l’Arsenale.

Valerio Gardoni
Giornalista, fotoreporter, inviato, nato a Orzinuovi, Brescia, oggi vive in un cascinale in riva al fiume Oglio. Guida fluviale, istruttore e formatore di canoa, alpinista, viaggia a piedi, in bicicletta, in canoa o kayak. Ha partecipato a molte spedizioni internazionali discendendo fiumi nei cinque continenti. La fotografia è il “suo” mezzo per cogliere la misteriosa essenza della vita. Collabora con Operazione Mato Grosso, Mountain Wilderness, Emergency, AAZ Zanskar.

NESSUN COMMENTO

Lascia un commento


otto + 8 =