Tempo di lettura: 1 minuto

Sono stati lanciati nei giorni scorsi i primi 5 bandi del Programma di Sviluppo Rurale riservati ai Gruppi operativi per l’innovazione, ovvero a forme di partenariato pubblico-privato costituite da aziende agricole ed enti di ricerca.

Le risorse a disposizione ammontano a circa 12,5 milioni di euro, e saranno incentrate principalmente su due temi: “ammodernamento e diversificazione” con oltre 4,2 milioni, e “qualità delle acque” con oltre 5,8 milioni. In particolare sarà possibile presentare progetti inerenti lo sviluppo di nuove varietà e tipologie di prodotto, la meccanizzazione, la robotica, l’agricoltura di precisione, nonché nuovi modelli di commercializzazione. La percentuale di aiuto prevista per tale misura è fissata nel 70% della spesa ammessa.

Ogni Goi deve presentare un Piano di innovazione che abbia ricadute operative, ovvero, che risolva problemi concreti di un’azienda agricola, della durata massima di 36 mesi, i cui risultati dovranno essere diffusi attraverso la rete europea del Partenariato per l’innovazione. Potranno inoltre partecipare al progetto enti di formazione, consulenti, aziende di trasformazione e commercializzazione del settore agroalimentare.

Le domande potranno essere presentate entro il prossimo 31 marzo 2016.

CONDIVIDI
GFinance
GFINANCE opera da oltre 25 anni nel settore della finanza agevolata a fianco delle imprese e della pubblica amministrazione. Offre la propria consulenza per il reperimento di risorse finanziarie e di fondi pubblici, con l’attivazione e la gestione di strumenti regionali, nazionali e comunitari di finanza agevolata. Si è specializzata in ambiti che godono di particolare attenzione e rappresentatività: manifatturiero, energia e ambiente, agroalimentare, ict, smart city, welfare e salute.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Esegui l'operazione aritmetica prima di inviare *