Tempo di lettura: 3 minuti

Lonato del Garda, Brescia – Il Comune di Lonato si prepara alla Giornata della Memoria, in calendario il prossimo 27 gennaio, con due momenti importanti che si terranno questo sabato 25 gennaio.

Il primo coinvolgerà il Consiglio comunale, che nella seduta di sabato mattina alle 9.30 conferirà ufficialmente la cittadinanza onoraria alla senatrice Liliana Segre, sopravvissuta all’Olocausto e attiva testimone della Shoah in Italia.

Il secondo appuntamento sarà una riflessione teatrale sulla figura di Giorgio Perlasca, “Il magnifico impostore”, in programma alle 21 presso il Teatro Italia.

Su proposta del presidente della sezione Anpi di Lonato, Carlo Susara, il sindaco Roberto Tardani e tutta l’amministrazione comunale hanno deciso di assegnare alla senatrice la cittadinanza onoraria, «per rendere omaggio – come sottolinea il sindaco – al suo straordinario impegno di testimone che ha saputo, con forza e coraggio, trasformare la sua terribile esperienza personale in un momento di riflessione collettiva mediante la condivisione dei ricordi di una tragedia come quella dell’Olocausto, che non può essere dimenticata. Liliana Segre ha saputo rendere pubblica testimonianza, soprattutto a beneficio dei giovani, di quanto un insensato odio razziale possa generare, ma anche di quanto la complice indifferenza possa amplificare tali atrocità».

Lonato del Garda non vuole rimanere indifferente, rimarca il primo cittadino. «La nostra città può orgogliosamente dichiararsi estranea a fenomeni di razzismo, discriminazione e intolleranza che sempre più di frequente trovano sfogo in certe limitate società. Lonato del Garda, che ha pagato un forte tributo alla causa della libertà, con tanti lonatesi morti sul fronte e moltissimi deportati, vuole in modo simbolico ma molto importante rendere omaggio a chi porta “con grande onore” quel numero tatuato sul braccio “perché è la vergogna di chi lo ha fatto”.

Con questa onorificenza, e anche con l’evento teatrale in programma sabato sera al Teatro Italia, il messaggio che l’Amministrazione comunale di Lonato invia soprattutto ai giovani è che “ciascuno ha una coscienza e la può e deve usare per cercare di combattere le ingiustizie, non ricorrendo mai all’odio e alla violenza, bensì all’impegno civile e alle doti che ci rendono umani”.

Anche il vicesindaco e assessore alla Cultura Nicola Bianchi invita i concittadini a venire in teatro, sabato sera, «per ribadire il “no” di Lonato a qualsiasi forma di razzismo e discriminazione».

Il primo degli spettacoli della rassegna “Teatro d’inverno” a cura dell’Assessorato alla Cultura è “Il magnifico impostore – Giorgio Perlasca”, portato in scena da Teatro Laboratorio sabato 25 gennaio alle 21.

“È proprio per le molte riflessioni che si scatenano ascoltando la sua storia che vogliamo parlare ancora di lui, del magnifico impostore: e vorremmo farlo perché il tempo in cui viviamo è un tempo difficile e richiede spesso anche a noi di fare appello alla forza morale che ci portiamo dentro. Ascolteremo le parole dei testimoni, dei salvati, narrate in prima persona dall’attrice che via via si cala nei panni dei perseguitati di Budapest… per loro una sola era la salvezza, avere una lettera di protezione dell’ambasciatore spagnolo, Jorge Perlasca, l’uomo che fu appunto un magnifico impostore”.

Lo spettacolo sarà proposto alle classi seconde e terze della scuola media “C.Tarello”, mentre la sera alle 21, al Teatro Italia in via Antiche mura 2, sarà aperto a tutti a ingresso libero.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Esegui l'operazione aritmetica prima di inviare *