Tempo di lettura: 2 minuti

È una lettura ad alta voce, pubblica e condivisa, la modalità scelta da Lettura Day per sottolineare la Festa delle Repubblica che cade il 2 giugno. A dare vita a questo evento digitale sono 139 voci differenti, riunite con l’hashtag #letturaday.

Costituzione Day nasce da un’idea di Adei, Associazione degli editori indipendenti italiani che, in occasione del 2 giugno, ha deciso di declinare in questa chiave la giornata dedicata alla lettura ad alta voce Lettura Day, realizzata in collaborazione con il Cepell, Centro per il Libro e la Lettura. Alla base di tutto l’idea di comunità: la Costituzione ne è alla base e la lettura ad alta voce un mezzo per condividere e crearla.

Costituzione Day è aperto a tutti. Per partecipare basta inviare una mail a [email protected] indicando “Costituzione Day” nell’oggetto insieme a i propri dati (nome, cognome, link ai profili social Facebook e Instagram).

L’abbinamento tra persona e articolo è a sorpresa. L’articolo da leggere sarà comunicato entro le ore 19 del 1° giugno insieme alle istruzioni per il post da pubblicare il giorno successivo. Tutte le voci saranno poi raccolte in un unico video.

Lettura Day, il giorno della lettura, è una grande festa diffusa iniziata a fine aprile che prosegue ogni giovedì fino al 23 settembre.

Possono partecipare tutti: grandi, piccini, di ogni epoca, taglia, storia, origine, colore e passione, in qualsiasi luogo si trovino, pubblico o privato, a scuola, al lavoro, per strada, nei negozi, sui palcoscenici o dai balconi.

L’importante è mettersi in gioco leggendo ad alta voce per qualcun altro, scegliendo il proprio libro del cuore o affidandosi al caso e afferrando quello più vicino in quel momento. E se si vuole condividere, meglio ancora: basta postarlo sui social con l’hashtag #letturaday. Chi vuole raggiungere un pubblico più ampio potrà registrare il proprio appuntamento sul sito  che raccoglie le iniziative.

Lettura Day è organizzata da Adei, Associazione degli Editori Indipendenti con l’obiettivo di realizzare un’azione concreta per la lettura in tutte le sue forme.

#letturaday è una manifestazione trasversale, libera, colorata, diffusa. I centri dinamici sono le librerie, le biblioteche e le scuole, i teatri ma letture a voce alta si tengono dappertutto: giardini pubblici, fermate dei tram e degli autobus, mercati, stazioni, sagrati di chiese, moschee e sinagoghe, carceri, ospedali, casolari di campagna, cortili dei condomini, case private.