Il 21 marzo non è solo l’inizio della primavera o almeno la speranza che arrivi presto la primavera.

Dal 1999 è anche la Giornata Mondiale della Poesia indetta dall’UNESCO per sensibilizzare il pubblico verso quanto di bello possono creare il suono e il senso delle parole a prescindere dalla lingua.

La giornata ha assunto un rilievo crescente nel corso degli anni sebbene il mercato editoriale del libro di poesia sia parco e non premi questo tipo di pubblicazioni. Le statistiche dicono pochi leggono poesia e ancora meno la si scrive.

Per festeggiare la ricorrenza, il gruppo “Poeti italiani su Facebooke la comunità on line PoetiSocial.it si mobilitano chiedendo a iscritti e simpatizzanti di compere tre azioni:

1) Mettete come foto del profilo di Facebook l’immagine del vostro poeta preferito.

2) Postate una poesia a piacere sui social. Gli hashtag suggeriti sono ‪#‎SalviamoLaPoesia‬ e #GiornataPoesia #PoetiSocial.it .

3) Andate in libreria e fate un gesto rivoluzionario: comperate un libro di poesie (se si vendono libri di poesie si sostiene il mercato di qualità e si consegna uno spazio maggiore alla poesia).

Per celebrare questa giornata, Popolis vi regala frammenti di vita di una grande poeta e grande donna: Alda Merini.