Tempo di lettura: 2 minuti

Un potente terremoto mercoledì 22 giugno ha colpito il sudest dell’Afghanistan, un’ennesima tragedia non fa che peggiorare ancora una volta la condizione di fragilità e difficoltà economica e sociale in cui da anni versa l’Afghanistan, dopo che la popolazione ha subito la violenza di quasi mezzo secolo di guerre.

22 fotografi di fama internazionale di nuovo insieme per l’Afghanistan. Torna così dal 1° luglio al 18 agosto l’iniziativa di ISHKAR per raccogliere fondi e sostenere gli ospedali di EMERGENCY in Afghanistan tramite la vendita online di scatti d’autore su un Paese tormentato dalla guerra da oltre quarant’anni.

Tra i fotografi pluripremiati della collezione, ci sono Steve McCurry, icona della fotografia contemporanea, Lorenzo Tugnoli, premio Pulitzer 2019 e World Press Photo 2019 e 2020 e Rena Effendi che, negli anni, ha prodotto numerosi lavori sui giovani, dal Cairo a Kabul, esponendo anche alla Biennale di Venezia. E ancora Andrew Quilty, Emily Garthwaite, Solmaz Daryani, Farshad Usyan, Charles Thiefaine, Matthieu Paley, Levison Wood, Oriane Zerah, Lynzy Billing, Victor Blue, Rodrigo Abd, Mariam Alami, Zahra Khodadadi, Elise Blanchard, Francesca Tilio, Matthieu Paley, Glen Wilde e Michael Christopher Brown.

“La fotografia ha la capacità di ispirare, evocare memorie e aiutare ad avvicinarci a questioni complesse in tutto il mondo. Questa è un’occasione per riflettere sulla bellezza di Paesi come l’Afghanistan, senza trascurare le criticità che devono affrontare.” – spiega la fotografa Emily Garthwaite.

L’Afghanistan sta attraversando una profonda crisi economica e sociale, aggravata da una torrida siccità e dalle conseguenze di decenni di guerra che hanno fatto precipitare tre quarti dei 40 milioni di afgani in grave povertà, a cui ora si aggiunge il terremoto.

L’attenzione del mondo si è spostata altrove, ma EMERGENCY continua a svolgere il suo lavoro nel Paese come fa da 23 anni, curando più di sette milioni di persone nei centri medico-chirurgici di Kabul, Lashkar-Gah e Valle del Panshir, nel centro di maternità di Anabah e nei 44 Centri sanitari e Posti di primo soccorso dislocati in diverse aree remote del Paese. Nonostante le circostanze estremamente difficili in cui opera, EMERGENCY continua a fornire assistenza sanitaria senza discriminazioni: per questo motivo tutti i profitti della vendita saranno devoluti al lavoro di EMERGENCY in Afghanistan.

Le fotografie saranno in vendita su www.ishkar.com Per maggiori informazioni contattare [email protected]

ISHKAR è un’impresa sociale inglese nata a Kabul, che da 5 anni collabora con artisti ed artigiani in Paesi colpiti dalla guerra. Inoltre, ISHKAR promuove una narrativa diversa per questi luoghi, spesso definiti dai titoli di cronaca che ne oscurano gli aspetti positivi, e promuove il loro patrimonio artistico, culturale e ambientale.

Giornalista, fotoreporter, inviato, nato a Orzinuovi, Brescia, oggi vive in un cascinale in riva al fiume Oglio. Guida fluviale, istruttore e formatore di canoa, alpinista, viaggia a piedi, in bicicletta, in canoa o kayak. Ha partecipato a molte spedizioni internazionali discendendo fiumi nei cinque continenti. La fotografia è il “suo” mezzo per cogliere la misteriosa essenza della vita. Collabora con Operazione Mato Grosso, Mountain Wilderness, Emergency, AAZ Zanskar.