Ti scuote come il vento d’estate. Ti maltratta. Ma ti costringe a continuare a leggere. Ti ricopre di parole e sentimenti. Ti risolleva con la passione e la bellezza della giovinezza. Per poi sommergerti di nuovo con la più totale delle angosce.

Un romanzo per raccontare la violenza sulle donne. Un romanzo che Rossana Carturan sembra aver scritto di getto. Con le parole che non riuscivano a tenere testa ai suoi pensieri, alle angosce, alle riflessioni, alle ribellioni.

Non è un romanzo autobiografico, ma è come se lo fosse questo Marinella, una piccola storia ignobile, appena uscito il formato digitale per la casa editrice romana All Around, per l’urgenza dell’autrice di raccontare. E di chiamarci tutte a raccolta per partecipare alla storia di Marinella. Per ascoltare. Per infuriarci. Per soffrire assieme a lei.

Marinella è un’adolescente cieca divenuta tale per mano del padre. Ma lei per molto tempo non lo saprà e, in qualche pagina, nonostante la madre di Lui non parli mai e da Lui è fuggita trovando la forza di lasciare la sua città, ha perfino voglia di conoscere questo suo padre.

Sullo sfondo del racconto c’è la strage alla stazione di Bologna. Ed è questo il pretesto per Teresa, madre di Marinella, per confutare la verità sulla menomazione della figlia. Per proteggerla non solo da un uomo, da tutti gli uomini.
Quella bomba maledetta che lasciò dietro di sé troppi morti e immane dolore e che fece perdere la vista alla sua bambina.

Quando le loro vite sembrano aver trovato la giusta serenità, mentre Marinella cresce e diventa una ragazzina piena di sogni e passioni, un evento inaspettato si presenterà loro, divenendo il preludio di un nuovo dramma.

Il 25 novembre ricorre la Giornata internazionale contro la violenza sulle donne, una giornata che ogni anno conta purtroppo sempre più vittime di violenza e femminicidi.

La scrittura è il miglior mezzo per poter raccontare, denunciare, condividere ciò che le Marinelle del mondo subiscono ogni giorno.

Così è nata l’esigenza di narrare questa piccola storia ignobile che, se pur inventata, trova corrispondenza con migliaia di storie ignobili di violenza e morte riportare dalle cronache.

Questo ebook, pubblicato dalla casa editrice All Around in collaborazione con la Casa internazionale delle donne, servirà anche a raccogliere fondi. Il 50 per cento degli introiti andranno alla Casa internazionale delle donne di Roma che da anni si adopera affinché nessuna voce femminile sia lasciata nell’oscurità come Marinella.