Tempo di lettura: 1 minuto

La Regione Lombardia mette in campo 320 milioni di euro per l’iniziativa Progetto Minibond con l’obiettivo di facilitare l’accesso al credito soprattutto delle piccole e medie imprese, mediante l’utilizzo di strumenti alternativi rispetto agli attuali.

I mini-bond sono emissioni obbligazionarie di medio-lungo termine che le imprese non quotate possono utilizzare per raccogliere capitale beneficiando di vantaggi legali e fiscali del tutto simili a quelli delle società quotate.

I fondi stanziati dal Pirellone andranno a finanziare l’emissione dei Minibond (300 milioni di euro); la concessione di un voucher a copertura dei costi di emissione (2,5 milioni di euro) e l’attivazione di un fondo di garanzia a parziale copertura del rischio assunto dagli investitori che acquistano i mini bond emessi dalle PMI (18 milioni di euro).

CONDIVIDI
GFinance
GFINANCE opera da oltre 25 anni nel settore della finanza agevolata a fianco delle imprese e della pubblica amministrazione. Offre la propria consulenza per il reperimento di risorse finanziarie e di fondi pubblici, con l’attivazione e la gestione di strumenti regionali, nazionali e comunitari di finanza agevolata. Si è specializzata in ambiti che godono di particolare attenzione e rappresentatività: manifatturiero, energia e ambiente, agroalimentare, ict, smart city, welfare e salute.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Esegui l'operazione aritmetica prima di inviare *