Tempo di lettura: 3 minuti

Cremezzano di San Paolo, Brescia. Sara l’aia della cascina Bertelli, che per sensibilità artistica dei suoi abitanti è ora uno spazio teatrale, ad ospitare “Incontri d’Autore”, due serate organizzate dal circolo culturale don Emilio Verzeletti e dall’associazione Pagus Farraticanus. Due incontri per presentare il romanzo Pelicula di Andrea Cabassi venerdì 25 settembre e una serata, venerdì 2 ottobre, dedicata alla perlibrosona di Mario Apollonio, accademico, drammaturgo e filologo nato a Oriano (attuale San Paolo) nella terra della Bassa.

Nella serata di venerdì 25 settembre ci sarà Andrea Cabassi accompagnato da Davide Baresi a presentare “Pellicula”, di cui si legge nella prefazione: “ In un futuro tecnologicamente non evoluto, l’umanità vive una situazione di stallo. Niente crisi, nessuna guerra, nessun problema: la gente si crede libera ed è felice, ma è manovrata da un’arma invincibile, operativa 24 ore su 24. Un’arma invisibile chiamata Pelicula. Ai margini della civiltà, un gruppo di terroristi opera per far emergere la verità, per quanto dolorosa. Rinunceresti alla tua felicità sapendo di non meritarla?”

E’ la prima edizione di Incontri d’Autore, ma già si vuol provocare emozione e infiammare lo stimolo per questa maltrattata Bassa, che nasconde tra le pieghe della terra una cultura che in molte occasioni, in tempi passati e moderni, ha saputo coltivare menti acute e crescere personaggi di spessore artistico ed intellettuale. Mario Apollonio ne è l’esempio più calzante, (28 settembre 1901- 28 giugno 1971). Storico del teatro, dopo il liceo Arnaldo si è laureato in filologia moderna. A seguire un breve periodo di insegnamento nei licei divenne docente di letteratura italiana nelle università di Oslo, Urbino e alla “Cattolica” di Milano. Proprio alla “Cattolica”, dove aveva cominciato ad insegnare nel 1942, ha ottenuto nel 1955 la prima cattedra di “Storia del Teatro”.Mario_Apollonio

Antifascista, Apollonio nel gennaio 1944, entra nella Resistenza con le “Fiamme Verdi”, con altri patrioti cattolici partecipa alla fondazione del giornale clandestino il Ribelle, del quale saranno pubblicati e diffusi 26 numeri. Dopo la Liberazione, Apollonio torna al suo impegno di diffusore della cultura teatrale. Con Giorgio Strehler, Virgilio Tosi e Paolo Grassi è tra i promotori della nascita, a Milano, del Piccolo Teatro e del San Babila. È lui che progetta la rivista Drammaturgia, mentre lavora alla stesura di un’imponente Storia del teatro italiano e di varie altre opere su autori di teatro, nel 1961 fonda e dirige a Bergamo, per l’università Cattolica, la “Scuola Superiore di Giornalismo e Mezzi Audiovisivi”.

A presentare la serata del 2 ottobre tre personaggi che hanno avuto la fortuna di conoscere Mario Apollonio: Agostino Garda, Alfredo Seccamani e Antonio Fuso. Lo scopo della conferenza-spettacolo, inserita nella rassegna Incontri d’Autore, è quello di ricordare la figura dell’illustre concittadino Mario attraverso un percorso che ricostruisca le tappe principali della sua vita e la sua innovativa attività accademica e drammaturgica. Inoltre verrà ricordata anche la sua attività pionieristica in campo universitario attraverso la creazione di un corso di laurea in Discipline dello spettacolo e di numerosi corsi legati al teatro e alla filologia italiana. La seconda parte della serata sarà dedicata alla rappresentazione di alcune scene tratte dalla vasta produzione teatrale di Mario Apollonio da parte della compagnia e gruppo di ricerca “Scena sintetica”.

CONDIVIDI
Valerio Gardoni
Giornalista, fotoreporter, inviato, nato a Orzinuovi, Brescia, oggi vive in un cascinale in riva al fiume Oglio. Guida fluviale, istruttore e formatore di canoa, alpinista, viaggia a piedi, in bicicletta, in canoa o kayak. Ha partecipato a molte spedizioni internazionali discendendo fiumi nei cinque continenti. La fotografia è il “suo” mezzo per cogliere la misteriosa essenza della vita. Collabora con Operazione Mato Grosso, Mountain Wilderness, Emergency, AAZ Zanskar.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Esegui l'operazione aritmetica prima di inviare *