Tempo di lettura: 3 minuti

Nella 4ª giornata di serie C Silver girone A cade a sorpresa la capolista Begni Impianti CXO Ospitaletto (Mora 23) nel derby contro la Virtus Brescia (Veronesi 34); dello stop dei franciacortini ne approfitta l’ex capolista Seriana Stampi Nembro (Deligios e Giacchetta 20) che davanti al pubblico amico supera una positiva E’Più Casalmaggiore (Maghet 24).

Alle spalle della coppia di testa troviamo la Tecnofondi Ome e la Almac Viadana. I franciacortini (Bianchi e Pedretti 14), in attesa del recupero contro la Ladyleaf Centro Chiese Lions Asola, si aggiudicano il derby in casa con il Sas Lic Verolanuova (Apollonio 19), mentre i mantovani (Margini 26) cadono a sorpresa, in casa dopo un overtime, contro i bergamaschi della Mabo Bottanuco (Ghislandi 20).

Dietro la coppia bresciana-mantovana troviamo la solitaria Negrini Quistello (Morello 32) che si impone in trasferta sul campo della Europa Multiservice 2.0 Manerbio (Marelli 16) e stacca di 2 punti la coppia composta da l’E’Più Casalmaggiore e la neopromossa Junior Curtatone (Moreno 41), la quale si impone nell’ultima frazione della partita sul campo del Tenaris Dalmine (Vitali 17).

Appena sotto, con una gara in meno, si trova la Ladyleaf Tomasi Auto Asola (Sartora 25) sconfitta nel quarto tempo dalla pericolosa Bellini Virtus Gorle (Cannavale e Masper 14), invece la Mabo Bottanuco si impone con spessore e a sorpresa sul campo della Almac Viadana.

Subito dopo si segnala il terzetto composto da XXL BluOrobica Bergamo, Progresa San Pio X Mantova e Virtus Brescia. Le prime 2 si sono affrontate nello scontro diretto in cui ha visto prevalere le compagine mantovane, mentre la Virtus Brescia compie l’impresa di giornata fermando la lunga serie positiva della capolista Begni Impianti CXO Ospitaletto.

In piena zona playout nulla da fare per la Sas Lic Verolanuova che cede in casa nel derby contro la Tecnofondi Ome, dando così l’opportunità alla Bellini Virtus Gorle, grazie alla vittoria contro la Ladyleaf Tomasi Auto Asola, di insediarsi nelle vicinanze. Chiude la classifica la Tenaris Dalmine ancora ferma a quota zero punti.


Si è disputato mercoledì 12 febbraio a Casalmoro (MN) il recupero della 17ª giornata, seconda del girone di ritorno tra i padroni di casa della Ladyleaf Tomasi Auto Asola e la Tecnofondi Ome. Al termine di un match equilibrato si è imposta la compagine bresciana con il punteggio finale di 57 a 64.

Questo nel dettaglio il tabellino della gara:

LADYLEAF TOMASI AUTO ASOLA-TECNOFONDI OME 57-64

PARZIALI: 15-12, 31-29, 46-41

LADYLEAF TOMASI AUTO ASOLA: Barbiero, Castoldi 10, Pezzali 9, Sartora 18, Negrisoli 5, Cerini 4, Mason 8, Pilati, M.Caiola, Millo, Timelli 3. All.: Piccinelli.

TECNOFONDI OME: Mascherini, Valenti, Pasini 6, Asamoah 10, Faroni, Pancera, Bianchi 22, Pederzani, David, Pedretti 2, Nava 10, Scazzola 14. All.: Pogliani.

Questa invece è la classifica aggiornata dopo 19 giornate:

CXO Ospitaletto 34, Seriana 75 Nembro 34, Ome 01 26, Viadana 24, Quistello 1996 22, Thunder Casalmaggiore 20, Junior Curtatone 20, Centro Chiese Lions Asola 18, Manerbio 18, Bottanuco 18, XXL BluOrobica Bergamo 16, San Pio X Mantova 16, Virtus Brescia 16, Sas Pellico Verolanuova 12, Virtus Gorle 10, Cral Dalmine 0.

Infine si segnalano altri 2 acquisti del mercato di “riparazione”. La Sas Lic Verolanuova ha acquistato la guardia classe 1999 di 187 cm Gabriele Poli, ex Limena (C Silver Veneto); mentre l’Europa Multiservice Manerbio ha acquistato l’ex juvino Riccardo Bernardi guardia classe 1984 di 192 cm ex Fadigati Cicognolo (Promozione).

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Esegui l'operazione aritmetica prima di inviare *