Tempo di lettura: 4 minuti

Nella 4ª giornata di ritorno di serie A2 dominio assoluto del fattore campo con 7 vittorie su 7.

Al comando troviamo la coppia composta da Parking Graf Crema e Delser Crich Udine. Le cremasche (Melchiori 15) si impongono a fatica nel derby lombardo contro il fanalino di coda Blackiron Carugate (Colognesi 12), mentre le carniche (Cvijanovic 30) cedono di misura nel match clou di giornata contro Vicenza (Villaruel 21) nella quale esordiva in panchina coach Sinigaglia subentrato in settimana all’esonerato Rebellato.

Alle spalle della coppia lombardo-friulana continua la serie positiva della Autosped Castelnuovo Scrivia (Madonna 23) che supera a fatica la sorprendente Schiavon Ponzano Veneto (Iannucci 23) ed appena sotto troviamo la coppia composta da Akronos Moncalieri e Vicenza. Le torinesi (Cordola 13) grazie ad un parziale di 22 a 4 nell’ultimo quarto spazzano via le vicentine del Sarcedo (Pieropan 14), mentre le vicentine precedentemente citate si impongono di misura sull’ex capolista Delser Crich Udine.

A distanza troviamo la coppia composta da Drain by Ecodem Alpo Villafranca e MantovAgricoltura San Giorgio 2000 che si sono affrontate nello scontro diretto in terra scaligera. Al termine di una gara equilibrata l’ha spuntata la formazione scaligera trascinata dai 16 punti di Dell’Olio, mentre per le virgiliane non sono bastati i 25 punti di Monica.

Appena sotto troviamo le redivive milanesi de Il Ponte Casa d’Aste SanGa Milano (Toffali 18) che nell’altro derby lombardo si impongono sulla Edelweiss Albino (De Gianni 13) e staccano di 2 punti la coppia veneta composta da Schiavon Ponzano Veneto e Sarcedo, entrambe sconfitte rispettivamente a Tortona contro l’Autosped Castelnuovo Scrivia e a Moncalieri contro la Akronos. Leggermente ritardata troviamo la Edelweiss Albino sconfitta a Milano da Il Ponte Casa d’Aste SanGa Milano che nel frattempo viene agganciata dalla rediviva Alperia Bolzano (Nasraoui 17) che si aggiudica il delicato scontro salvezza contro il Fanola San Martino di Lupari (Rosignoli 17), la quale rimane agganciata all’ultimo posto con la Blackiron Carugate sconfitta sul campo della Parking Graf Crema.

Crema (Cremona) – Continua il buon momento della Parking Graf Crema che davanti al pubblico amico coglie la 6ª vittoria consecutiva che si impone a fatica nel derby contro il fanalino di coda Blackiron Carugate superandolo con il punteggio finale di 67 a 55.

Per questa gara coach Stibiel come era accaduto nel recupero infrasettimanale a Bolzano deve rinunciare alla lunga Cerri e schiera lo starting five composto da Melchiori, Nori, Gatti, Caccialanza e Pappalardo; mentre dall’altra parte coach Gavazzi risponde con Meroni, Diotti, l’ex di turno Canova, Micovic e Colognesi.

La gara vede un inizio contraddistinto da una serie continua di sorpassi e controsorpassi sino al 5′ quando una tripla di Rizzi ed un canestro di Melchiori spingono le locali sul 15 ad 8, costringendo coach Gavazzi al time out riparatore. Al rientro la Blackiron approfitta di un calo fisico delle padrone di casa e piazza un parziale di 0 a 7 impattando a quota 15 con 2 tiri liberi di Diotti, poi nel finale 4 punti consecutivi di Capoferri chiudono i primi 10′ sul risultato di 19 a 15. Nel 2° periodo continua il buon momento della Parking Graf che trascinata da Nori, Zagni e Melchiori tocca la doppia cifra di vantaggio involandosi sul 29 a 15, ma le milanesi non mollano e trascinate da Colognesi, Diotti e Meroni si riportano a -10, ma sul capovolgimento di fronte Rizzi con una tripla manda le squadre all’intervallo lungo sul risultato di 34 a 21.

Al rientro dagli spogliatoi Zagni spinge le biancoblu a +18, ma le ospiti non mollano e con Diotti arrivano sino a -11, ma Crema amministra bene il discreto vantaggio e nel finale un canestro di Nori chiude il 3° periodo sul punteggio di 51 a 37. Negli ultimi 10′ il copione non cambia con la Parking Graf che aumenta il proprio vantaggio arrivando a +20 al 34′ con un canestro di Melchiori, poi altro passaggio a vuoto delle biancoblu e Carugate con l’ex Canova arriva in un paio di occasioni a -10, ma nei secondi finali 2 tiri liberi di Capoferri mettono la parola fine al match.

PARKING GRAF CREMA-BLACKIRON CARUGATE 67-55
PARZIALI: 19-15, 34-21, 51-37
PARKING GRAF CREMA: Melchiori 13, Nori 15, Gatti 10, Zagni 4, Capoferri 14, Radaelli, Caccialanza 3, Parmesani n.e., Rizzi 8, Pappalardo, Guerrini n.e. All.: Stibiel.
Nessuna uscita per 5 falli, fallo antisportivo a Radaelli 38′ (63-46).
BLACKIRON CARUGATE: Discacciati 8, Miccoli 5, Meroni 5, Usuelli 2, Diotti 9, Osmetti n.e., Canova 6, Grassia, Micovic 8, Colognesi 12. All.: Gavazzi.
Nessuna uscita per 5 falli.
ARBITRI: Mura di Cagliari e Consonni di Ambivere (BG).