Tempo di lettura: 2 minuti

Parma – Sono gli anni Sessanta… l’Italia è nel pieno del boom economico e di grandi cambiamenti e rivoluzioni sociali. Anche il mondo dell’alpinismo non ne è escluso: tra i giovani pervade la voglia di esplorare, di vivere la montagna in un modo diverso, più libero. È in questo contesto che nasce nel 1967 a Parma la Scuola di Alpinismo, fondata da due, già all’epoca, forti alpinisti: Antonio Bernard e Pietro Menozzi. Non è necessario andare sulle grandi pareti alpine; anche il nostro Appennino, la Pietra di Bismantova, sono luoghi privilegiati per scalare e per realizzare un primo corso di roccia.

Da quell’anno i corsi non si sono mai interrotti anzi, nel 1975, si aggiunge il Corso di Alpinismo, più completo e con l’introduzione delle tecniche di ghiaccio.

In 50 anni  gli istruttori di alpinismo (nazionali, regionali e sezionali) che hanno collaborato sono stati circa 115;  i corsi organizzati poco più di 80, mentre gli allievi sono stati oltre 1300, in prevalenza giovani; considerata la vocazione studentesca della città di Parma, la provenienza geografica dei ragazzi è sempre stata molto varia. Molti di loro sono poi rimasti in Sezione, partecipando alle escursioni o diventando a loro volta istruttori.

Nell’anno del 50esimo, la scuola ha voluto fare un passo per tornare alle origini: in un’epoca in cui l’arrampicata è praticata soprattutto in falesia o in palestra, è stato proposto con  grande successo il corso di arrampica libera. Il corso sarà riproposto nell’autunno del prossimo anno, mentre in primavera si terrà il corso base di alpinismo. A Luglio, invece, la scuola propone il tradizionale fine settimana  in montagna insieme.

Ultima novità del 2018 è la fusione con la Scuola di Scialpinismo E. Mutti del Cai di Parma; un’unione che vuole essere uno stimolo a creare nuove sinergie a vantaggio degli allievi e dei partecipanti alla vita di Sezione. Un maggior numero di istruttori permette infatti di poter allargare il numero di partecipanti ai corsi e aumenta le occasioni di confronto e di crescita per tutti.

L’appuntamento che vi diamo è per il 28 Novembre prossimo al Cinema Astra: all’interno della rassegna “Verso l’alto” sarà ospite Alessandro Gogna, alpinista e guida alpina, storico compagno di cordata di Antonio Bernard, con il quale ha arrampicato in tutto l’arco alpino e nel nostro Appennino.

CONDIVIDI
Daniela Iazzi
Cremonese di origine, studentessa a Milano e residente a Fidenza. Frequenta la Bocconi e si specializza in Arte, cultura e comunicazione. Lavora dal 2005 presso la Fondazione Dominato Leonense di Leno, dove promuove la storia del Monastero benedettino “Ad Leones” e attività di promozione del territorio.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Esegui l'operazione aritmetica prima di inviare *