Tempo di lettura: 3 minuti

Cremona è di nuovo pronta ad accogliere tonnellate di torroni di tutti i tipi, forme e sapori, provenienti da tutte le parti d’Italia, per uno degli eventi gastronomici più attesi e amati dell’intero territorio italiano.

Torna infatti la Festa del Torrone che quest’anno raddoppia con due appuntamenti ugualmente imperdibili: i consueti 9 giorni di manifestazione, quest’anno dal 21 al 29 novembre, sono stati anticipati il 24 e 25 ottobre da un weekend di anteprima che faceva parte delle celebrazioni di Expo.

Centinaia di banchi lungo le strade del centro sono ricoperti di torroni speciali per tutti i gusti, che celebrano il dolce cremonese nei modi più originali: dalle ricette gourmet al gelato da passeggio, dalle preparazioni con pistacchi, cioccolato, caffè, limoncello alle ricette salate più fantasiose, passando per i torroni artigianali preparati al momento e con ingredienti naturali di altissima qualità.

La nuova edizione della Festa del Torrone, promossa dal Comune, Provincia e Camera di Commercio di Cremona e organizzata da Sgp, è una celebrazione a 360 gradi del dolce più caratteristico della tradizione cremonese, fiore all’occhiello della tradizione pasticciera artigianale italiana nel mondo, a partire dalle sue radici storiche.

Dalla tradizione storica alle ricette artigianali classiche, fino alle reinterpretazioni del torrone in chiave moderna per opera di maestri blasonati d’alta scuola. Proprio l’alta pasticceria sarà protagonista della nuova edizione della Festa, grazie anche alla partecipazione di chef di massimo prestigio come il pluripremiato Maurizio Santin che domenica 22 novembre modera uno showcooking d’eccezione con altri tre maestri del calibro di Davide Comaschi, Fabrizio Galla e Alessandro Servida.

Ognuno dei mastri coinvolti propone una propria interpretazione del torrone in un dolce originale, come l’ormai celebre “Cremona” di Santin, a base di torrone, amaretto e zucca.

Ma non è solo una festa del palato: a contorno della manifestazione oltre 250 eventi concomitanti spazieranno tra arte, musica, cultura, spettacoli, laboratori per bambini e iniziative aperte al pubblico. È ad esempio il caso delle celebrazioni per il cinquantenario della storica rivista Linus, dedicata agli amatissimi personaggi dei Peanuts, ma anche ad altri fumetti ormai classici che quella rivista ha contributo a lanciare in Italia fin dagli anni 60, come Calvin e Hobbes Doonesbury e tanti altri.

In occasione della Festa è allestita una mostra presso Sala Ex Cappella del Palazzo Comunale di Cremona. Spazio anche per concerti e spettacoli musicali con la Brianza Parade Band, un collettivo di quasi 40 elementi che armati di trombe, tamburi, flauti e altri strumenti attraversa le vie di Cremona suonando un repertorio di brani presi in prestito dal rock moderno e perfino dal pop internazionale.

E poi la grande infiorata di 100 mq che quest’anno omaggia Ugo Tognazzi, indimenticato cremonese doc; la premiazione del Torrone d’Oro, che quest’anno vedrà sul palco Enzo Iacchetti; e poi ancora i laboratori cinematografici per bambini in collaborazione con il Giffoni Film Festival, le esibizioni degli artisti di strada e il consueto show finale che ogni anno stupisce tutti i visitatori con coreografie spettacolari e
giochi di fuoco e luce nel cuore della Piazza del Comune, domenica 29 novembre.

Ad accompagnare i visitatori milanesi a Cremona, anche quest’anno è il “Treno del Torrone”, un’antica locomotiva a vapore del 1922 messa a disposizione con le sue mitiche carrozze d’epoca dalle Ferrovie Turistiche Italiane.

La “Signorina”, che l’anno scorso ha portato a Cremona oltre 400 persone, parte da Milano Lambrate il 25 ottobre alle 9.40 ed è possibile usufruire del servizio tramite prenotazione.

La scorsa edizione della Festa ha battuto ogni record di popolarità con 270mila presenze, 220 espositori, 60 tonnellate di torrone venduto, 250 iniziative culturali in città, 600 camper, 300 pullman.

CONDIVIDI
La Redazione
Siamo a Leno (Brescia) presso il Centro Polifunzionale di Cassa Padana Banca di Credito Cooperativo. Se volete, venite a trovarci. Vi offriremo un caffè e faremo due chiacchiere.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Esegui l'operazione aritmetica prima di inviare *