Mi scrive Cugino di Balù, maschio, anni 49, mano destra

grafo_cuginobalu

Grafia cosiddetta “tecnica”, in script, non in calligrafico scolastico: ogni singola lettera è vergata in modo individuale. La grafia presneta caratteristiche contrastanti. Ad una presenza forte di ANIMA, rispetto ad ANIMUS (Jung) , si oppone una forza mascile notevole, non palesata, ma raccolta e contenuta.

Il soggetto potrebbe essere VINCENTE, se non volesse essere, come è, troppo EDUCATO e GENTILE. La caratteristica precipua della “gentilezza”, unita ad una forte componente di “TENEREZZA” fa di questo soggetto un uomo da amare profondamente. Basata sulla capacità di COMPRENSIONE, la sua vita si dibatte.

Inoltre, sono presenti i Segni di:
– Tendenza alla essenzialità, al non “sbrodolare” concetti e fatti
– Eccezionale capacità di empatia
– Generosità, in altissimi valori
– Buona capacità di conoscere le conseguenze dei propri e degli altrui atteggiamenti
– Conflittualità con la figura femminile (chi, tra le donne, gli ha fatto del male?)
– Orgoglio, anche a discapito del proprio vantaggio
– Capacità di puntualizzazione, di riconoscimento del particolare, più che del generale
– PULIZIA MORALE: questo CUGINO DI BALU’ non farebbe mai del male gratuito. Anche se provocato, cercherebbe sempre una motivazione per aiutare, sorreggere, dare
– Bontà di base: è strutturato per dare amore, affetto, comprensione ed aiuto. Unico suo ritirarsi, quando pensa di non essere apprezzato per quello che è
– Musicalmente capace di interpretare: studi effettuati dall’Istituto di indagini Psicologiche, in Milano, riconoscono in grafie di questo tipo ottime potenzialità musicali. Musica per diletto, ma anche per portare serenità a questo IO complesso, non sereno, tendente alla depressione , per troppa introspezione.
– Senso di lieve ironia. Il soggetto è capace di autoironia, ma anche di osservazione mirata a comprendere, il minimo grado a dissacrare
– Non volitività: è presente il tratto del “lasciar correre, per non entrare in conflitto”. Amore per la pace e la serenità, a discapito del sé – Ricerca costante e reiterata di certezze, di affermazione, di riconoscimento.

Un consiglio: perché cercare di avere conferme, per quello che già si è, splendidamente?

 

Anna Grasso Rossetti
Dopo l'insegnamento mi sono dedicata alla libera professione di: psicologa, perito grafico, esperto del segno presso i Tribunali, docente di psicologia della scrittura, di comunicazione fattiva e tecniche di rilassamento, consulente in Sessuologia, psicologa dello Sport. Sono iscritta al Collegio Lombardo Periti Esperti e Consulenti.