Tempo di lettura: 2 minuti

Brescia. “Ormai la Porta Santa è aperta a Roma e in tutte le Diocesi del mondo. Questo tempo prezioso coinvolge anche voi… Sono le parole di Papa Francesco, un invito a tutti di accogliere e vivere il tempo del Giubileo della Misericordia. Come vivere il tempo della Misericordia? Un’esperienza straordinaria, che cambia profondamente solo chi s’incammina.

Su questo “sentiero” si incammina il progetto “Passi di Luce” , un pellegrinaggio in sette itinerari verso la luce della Misericordia. E’ la proposta lanciata per sabato 2 e domenica 3 aprile dalla Caritas Diocesana di Brescia e dal Seminario Diocesano.PASSI DI LUCE vol

Propongono, all’interno delle iniziative per il Giubileo della Misericordia, un pellegrinaggio articolato in sette itinerari finalizzati a portare la luce a chi vive e opera la misericordia, lasciandola come segno nelle case e nelle chiese giubilari, perché accolta e ridonata si diffonda. A raggio di luce i sette itinerari si inoltrano nei luoghi della provincia, per altro dal fascino storico, artistico e paesaggistico, la bellezza come valore aggiunto.

Muovendo dalle parole di Papa Francesco “Portate la fiamma dell’amore misericordioso di Cristo”, ognuno dei sette itinerari (sei a piedi, uno in bicicletta) fa sosta in alcuni dei luoghi della misericordia, con più di venti opere di misericordia coinvolte, vive un momento di incontro e veglia il sabato sera, riprende il cammino all’alba della domenica per arrivare a destinazione in una chiesa giubilare per la S. Messa. Ecco i santuari dove i pellegrini sosteranno:

Adro, santuario: ore 11
Bienno, eremo: ore 11.30
Bovegno, santuario: ore 11.30
Salò, Duomo: ore 11
Montichiari, Duomo: ore 11
Bagnolo Mella, santuario: ore 10.30

L’itinerario della città si conclude invece sabato 2 aprile con la veglia di preghiera delle ore 21. Dodici sono i pellegrini previsti per ogni itinerario, anche se il desiderio è di poter incontrare lungo il cammino altri pellegrini con i quali condividere la luce, che si alimenta di comunione, di incontri, di condivisione. E’ quindi un invito a tutti coloro che vorranno percorrere anche solo un tratto di cammino insieme ai pellegrini “ufficiali”.

Il momento comunitario è previsto la sera di sabato 2 aprile alle 21: ogni itinerario prevede una sosta in alcuni luoghi: Abbazia di Rodengo Saiano, Convento Cappuccini di Lovere, Parrocchia di Inzino, Chiesa di San Bartolomeo di Serle, Santuario Valverde di Rezzato, Oratorio di Flero, Chiesa San Francesco. Sarà una serata di incontro e testimonianza a tema misericordia aperta a tutti.

“Passi di luce” prende avvio dal mandato del Vescovo: ore 14 di sabato 2 aprile, presso Seminario Diocesano, prosegue ben oltre i sette itinerari in programma per i prossimi giorni, ma  idealmente si conclude sabato 8 ottobre, in occasione del Convegno delle Caritas parrocchiali, in cui le luci diffuse si incontrano in Cattedrale passando per la Porta Santa.

CONDIVIDI
Valerio Gardoni
Giornalista, fotoreporter, inviato, nato a Orzinuovi, Brescia, oggi vive in un cascinale in riva al fiume Oglio. Guida fluviale, istruttore e formatore di canoa, alpinista, viaggia a piedi, in bicicletta, in canoa o kayak. Ha partecipato a molte spedizioni internazionali discendendo fiumi nei cinque continenti. La fotografia è il “suo” mezzo per cogliere la misteriosa essenza della vita. Collabora con Operazione Mato Grosso, Mountain Wilderness, Emergency, AAZ Zanskar.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Esegui l'operazione aritmetica prima di inviare *