Tempo di lettura: < 1 minuto

Vale 750 milioni di euro il nuovo bando nazionale per il Green New Deal finalizzato a sostenere progetti di ricerca, sviluppo e innovazione per la transizione ecologica e circolare.
Possono richiedere l’incentivo le imprese di qualsiasi dimensione che svolgono attività industriali, agroindustriali, artigiane, di servizi all’industria e centri di ricerca, anche in forma congiunta.

L’intervento finanzia progetti di ricerca industriale e di sviluppo sperimentale finalizzati alla realizzazione di nuovi prodotti, processi, servizi o al notevole loro miglioramento, con particolare riguardo agli obiettivi di: decarbonizzazione dell’economia, economia circolare, riduzione dell’uso della plastica e sostituzione della plastica con materiali alternativi, rigenerazione urbana, turismo sostenibile, adattamento e mitigazione dei rischi sul territorio derivanti dal cambiamento climatico. Per le PMI ammessi anche investimenti per l’industrializzazione dei risultati della ricerca e sviluppo.

L’agevolazione prevista si compone di un finanziamento agevolato dal 50% al 70% delle spese ammissibili e un contributo a fondo perduto dal 10% al 15%.

Sono aperte due differenti procedure per la presentazione delle domande: a sportello per progetti di importo compreso fra i 3 e i 10 milioni di euro, e una procedura negoziale per proposte da 10 a 40 milioni di euro.

Si attende la data di apertura per l’invio delle domande.