Tempo di lettura: 2 minuti

Nella 7ª giornata di ritorno del campionato di serie A2 femminile girone Nord resiste da sola al comando la Ecodent Alpo Villafranca (Ramò 20) che passa a fatica sul campo della pericolante Acciaierie Valbruna Bolzano (Zanetti e Rossetto 12) e mantiene 2 punti di vantaggio sulle immediate inseguitrici.

All’inseguimento della compagine veronese troviamo la coppia lombarda composta da Parking Graf Crema e B&P Autoricambi Costa Masnaga; le cremasche (Fr.Parmesani 14) travolgono in casa la pericolante Fanola San Martino di Lupari (Rosignoli 11), mentre le lecchesi (Vente 22) cadono sul difficile campo della Delser Cric Udine (Ljubenovic 15). Alle spalle della coppia lombarda troviamo la Autosped Castelnuovo Scrivia (Pieropan 24) che vince agevolmente sul campo della pericolante Fassi Gru Albino (Iannucci 23) e stacca di 2 punti la coppia composta da Akronos Moncalieri e Delser Cric Udine.

Le piemontesi (Berrad e Grigoleit 11) cadono a sorpresa tra le mura amiche contro il fanalino di coda Scs Varese ’95 (Visconti 20) che compie la seconda impresa nel giro di una settimana dopo aver superato nel turno precedente l’ex capolista Parking Graf Crema, mentre le carniche stoppano la vice capolista B&P Autoricambi Costa Masnaga. Alle spalle della coppia piemontese-friulana troviamo la Velcofin InterLocks Vicenza (Ferri e Santarelli 13) che vince a fatica in casa contro la Polyglass Ponzano Veneto (Ciabattoni 22) e stacca di altri 2 punti l’Itas Alperia Bolzano (Ress 23) che a sorpresa cade in trasferta sull’ostico campo de Il Ponte Casa d’Aste SanGa Milano (Royo Torres 17) che grazie a questo successo si porta a soli 2 punti dalle altoatesine e riapre i giochi per i playoff.

Alle spalle della compagine milanese troviamo la coppia composta da Giants Marghera ed Il Carosello Carugate che si sono affrontate nello scontro diretto e che ha visto prevalere la compagine veneta trascinata dai 17 punti di Toffolo, mentre per le milanesi non sono bastati i 18 punti di Maffenini.

Appena sotto troviamo la coppia veneta composta da Polyglass Ponzano Veneto e Fanola San Martino di Lupari entrambe sconfitte rispettivamente a Vicenza ed a Crema che mantengono 2 punti di vantaggio sulla Fassi Gru Albino; mentre in coda le Acciaierie Valbruna Bolzano sconfitte a domicilio dalla capolista Ecodent Alpo Villafranca vengono raggiunte dalla Scs Varese ’95 che a sorpresa supera in trasferta la più quotata Akronos Moncalieri.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Esegui l'operazione aritmetica prima di inviare *