Nella 7ª giornata di ritorno del campionato di serie A2 femminile girone Nord turno a singhiozzo a causa del Coronavirus che ha colpito la Lombardia e parte del Veneto e che ha visto la disputa di sole 4 gare.

Mantiene la testa della classifica la Akronos Moncalieri (Grigoleit 18) che a fatica si impone in trasferta sul campo della Delser Crich Udine (Vicenzotti 15) ed aumenta il vantaggio sulla rivale Parking Graf Crema che non ha disputato il proprio incontro in programma a Tortona contro l’Autosped Castelnuovo.

Alle spalle della compagine cremasca si ferma la Ecodent Alpo Villafranca che doveva giocare sul campo della Mapp Tools Carugate, mentre la Itas Alperia Bolzano (Trehub 24) cade malamente sul campo della Fanola Lupe San Martino di Lupari (Pasa 19) e che mantiene sempre 2 punti di margine sulla Mapp Tools Carugate che a sua volta precede la Autosped Castelnuovo Scrivia.

Al seguito della formazione piemontese troviamo la coppia composta da Il Ponte Casa d’Aste SanGa Milano ferma per il turno di riposo e viene raggiunta dalla Fanola San Martino di Lupari, che compie l’impresa di giornata superando a domicilio la Itas Alperia Bolzano e precede il terzetto composto da Fassi Gru Albino, Delser Crich Udine e Sarcedo.

Le seriane non hanno disputato il proprio incontro in programma sul campo del fanalino di coda Velcofin Interlocks Vicenza, mentre le carniche reggono per 3 quarti prima di cedere in casa contro la capolista Akronos Moncalieri, mentre le beriche (Santarelli 16) passano di misura nel derby veneto sul campo del Giants Marghera (Villaruel 17).

In piena zona playout nulla da fare per MantovAgricoltura San Giorgio 2000 (Monica 20) che cade nello scontro diretto sul campo dell’inseguitrice Ponzano Veneto (Leonardi 25) che grazie a questo successo si porta a soli 2 punti dalle virgiliane, mentre continua il calvario del Giants Marghera fermato a domicilio di misura dalle neopromosse vicentine di Sarcedo e precedono il fanalino di coda Velcofin Interlocks Vicenza.