Tempo di lettura: 2 minuti

Nella 8ª giornata di andata del campionato di serie C Silver girone A cade a sorpresa la capolista imbattuta Seriana Stampi Nembro (Altavilla 14) che cede di misura tra le mura amiche contro la discontinua Europa Multiservice 2.0 Manerbio (Fontana 15) e viene raggiunta in testa dalla neopromossa Begni Impianti CXO Ospitaletto (Mora 17) che si aggiudica il match interno contro il fanalino di coda Cral Tenaris Dalmine (Fall 15).

Alle spalle della coppia bergamasco-bresciana troviamo la coppia mantovana composta da Ladyleaf Tomasi Auto Asola ed Almac Viadana; i primi (Sartora 13) cadono a sorpresa sul campo della Virtus Brescia (Veronesi 13), mentre i viadanesi (Margini 34) vincono di misura il match casalingo contro la pericolante Bellini Virtus Gorle (Cannavale 19).

Appena sotto troviamo la coppia bresciana composta da Sas Lic Verolanuova e Tecnofondi Ome; i verolesi (Paderno 15) vincono di misura sul non facile campo della Progresa San Pio X Mantova (Mauceri 16), mentre i franciacortini (Bianchi 17) passano in trasferta sul campo della XXL BluOrobica Bergamo (Belotti 12).

Appena dietro troviamo in un affollato centro classifica il quintetto composto da Mabo Bottanuco, Negrini Quistello, Virtus Brescia, Europa Multiservice 2.0 Manerbio e Junior Curtatone. I bergamaschi (Buschi 25) si impongono di misura in un infuocato finale contro la pericolante E’Più Casalmaggiore (Maghet 19), mentre Quistello (Colla 28) cede nel derby mantovano contro la neopromossa Junior Curtatone (Asan 26) che li aggancia, mentre le imprese di giornata vengono compiute dalla compagine cittadina che supera a sorpresa la Ladyleaf Tomasi Auto Asola ed i bassaioli che stoppano la capolista imbattuta Seriana Stampi Nembro.

Nella colonna di destra continua il momento no per la Progresa San Pio X Mantova che cede di misura tra le mura amiche contro la Sas Lic Verolanuova e precede la coppia composta da XXL BluOrobica Bergamo ed E’Più Casalmaggiore che a loro volta precedono i bergamachi della Bellini Virtus Gorle ed il fanalino di coda Cral Tenaris Dalmine, ancora all’asciutto.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Esegui l'operazione aritmetica prima di inviare *