Tempo di lettura: 2 minuti

Parma – Un concerto dedicato alle donne che sono entrate nella storia in veste di compositrici, dal Seicento di Barbara Strozzi per arrivare sino al Novecento delle sorelle Boulanger, di Alma Schindler Mahler, di Amy Beach e di altre grandi interpreti.

Saranno il mezzosoprano Adriana Cicogna e il pianista Pierluigi Puglisi a dare vita al quarto appuntamento della stagione “I Concerti del Boito”, organizzata dal Conservatorio di Musica “Arrigo Boito” di Parma.

L’evento, in programma giovedì 11 marzo alle 20.30, è realizzato in collaborazione con il Comune di ParmaCasa della Musica, e verrà trasmesso in streaming gratuito dalla Sala dei Concerti di Palazzo Cusani sul canale YouTube del Conservatorio.

In programma l’aria “Che si può fare” di Barbara Strozzi (1619-1677), compositrice e soprano che conquistò la celebrità in epoca barocca, un Lied di Fanny Hensel Mendelssohn (1805-1847), talentuosa sorella di Felix Mendelssohn, sei Lieder di Clara Wieck Schumann (1819-1896), pianista virtuosa, compositrice e moglie di Robert Schumann. E ancora due liriche di Alma Maria Schindler Mahler (1879-1964), brani di Pauline Viardot Garcia (1821-1910), Cécile Chaminade (1857-1944), Lili Boulanger (1893-1918), Nadia Boulanger (1887-1979), Elsa Olivieri Sangiacomo Respighi (1894-1996), Amy Beach (1867-1944).

A interpretare il programma due docenti del Conservatorio di Musica “Arrigo Boito”: Adriana Cicogna, mezzosoprano dalla voce duttile e carica di espressività, che si è confrontata con vari repertori lirici cantando in importanti teatri italiani (Scala di Milano, San Carlo di Napoli, Fenice di Venezia); e Pierluigi Puglisi, pianista che ha tenuto numerosi concerti, come solista e in formazioni da camera, per importanti associazioni concertistiche in Italia, Germania e Francia.

La stagione “I Concerti del Boito” è inserita nel programma ufficiale di Parma Capitale Italiana della Cultura 2021, ed è realizzata in collaborazione con il Comune di Parma – Casa della Musica, l’Università di Parma e la Pastorale Universitaria di Parma.