Tempo di lettura: 4 minuti

Nella 9ª giornata di andata del campionato di serie A2 femminile girone Nord perde il primato in classifica la Parking Graf Crema (Melchiori e Nori 11) che a sorpresa cade in casa nel derby lombardo contro le milanesi de Il Ponte Casa d’Aste SanGa Milano (Beretta 18).

Dello scivolone della formazione cremasca ne approfitta la Delser Crich Udine (Peresson 20) che a fatica supera nel testa-coda le patavine del Fanola San Martino di Lupari (Amabiglia 12) e Vicenza (Vella 13) che deve recuperare 2 gare e grazie ad un parziale di 1 a 22 negli ultimi minuti supera in rimonta e di misura in trasferta la Schiavon Ponzano Veneto (Zitkova 20) che in settimana ha salutato Martines.

Alle spalle della coppia lombardo-veneta troviamo il terzetto composto da Akronos Moncalieri, Autosped Castelnuovo Scrivia e MantovAgricoltura San Giorgio 2000. Le torinesi (Penz 15) che devono recuperare 3 gare vincono sul velluto il match interno contro il fanalino di coda Blackiron Carugate (Micovic 17) che in settimana ha esonerato coach Fassina richiamando coach Cesari, poi troviamo le scrivensi (Gatti 20) che superano senza problemi la pericolante Edelweiss Albino (Laube 15) e le virgiliane che non hanno potuto disputare il match casalingo contro l’Itas Alperia Bolzano a causa del Covid-19 e che mette a forte rischio il match di settimana prossima in casa contro l’ex capolista Parking Graf Crema.

Alle spalle della coppia piemontese-lombarda troviamo la rinascente Drain by Ecodem Alpo Villafranca (Conte 13) che si impone nel derby veneto contro la sorpresa Sarcedo (Pieropan 12) che viene raggiunta dalla compagine scaligera e dalle milanesi de Il Ponte Casa d’Aste SanGa Milano che compiono l’impresa di giornata fermando l’imbattibilità casalinga dell’ex capolista Parking Graf Crema.

Appena sotto come detto troviamo l’Itas Alperia Bolzano che al pari di Moncalieri ha ben 3 gare da recuperare e precede la coppia composta da Edelweiss Albino e Schiavon Ponzano Veneto. Infine alle spalle della coppia lombardo-veneta troviamo il Fanola San Martino di Lupari che a sua volta precede il fanalino di coda Blackiron Carugate ancora alla ricerca del primo successo stagionale.

Di seguito il resoconto della gara disputata tra le mura amiche dalla Parking Graf Crema.

Seconda sconfitta consecutiva (prima interna) della Parking Graf Crema che dopo aver vinto in precedenza i derby con San Giorgio 2000 Mantova, Carugate ed Edelweiss Albino è costretta a cedere il passo alle milanesi de Il Ponte Casa d’Aste SanGa Milano che si impongono alla Cremonesi meritatamente con il punteggio finale di 45 a 56.

Per questa gara coach Stibiel schiera lo starting five composto da Melchiori, Nori, Caccialanza, Rizzi e Pappalardo; mentre dall’altra parte coach Pinotti risponde con Toffali, Cicic, Guarneri, Beretta e l’ex di turno Mandelli. La gara vede un inizio in forte salita per le biancoblu che per tutta la 1ª frazione non riescono a fermare lo tsunami ospite e complice anche le pessime percentuali dal campo è sempre costretta ad inseguire e dopo 10′ le ospiti sono avanti di 12 lunghezze sul punteggio di 8 a 20.

Nel 2° periodo reazione d’orgoglio delle padrone di casa che nonostante la giornata no dalla lunetta sprofondano a -9 ma nei secondi finali una tripla di Rizzi ridà ossigeno alle padrone di casa che vanno al riposo sotto di sole 6 lunghezze sul punteggio di 20 a 26.

Al rientro dagli spogliatoi si scatena Nori che piazza 8 punti consecutivi e raggiungono la parità a quota 28 al 27′, poi si scatena Beretta che mette a ferro e fuoco la difesa di casa ma Gatti con una tripla riavvicina le biancoblu a -1, ma sul capovolgimento di fronte Meroni chiude la 3ª frazione sul punteggio di 33 a 36.

All’inizio dell’ultimo quarto un canestro di Melchiori riporta ancora la Parking Graf a -1, poi si continua con Crema sempre all’inseguimento sino a quando Guarneri al 38′ spinge le ospiti a +10 mettendo la parola fine anticipata al match. Il resto è puro garbage time con le milanesi che amministrano bene e con le padrone di casa che escono maliconicamente a testa bassa dal campo.

PARKING GRAF CREMA-IL PONTE CASA D’ASTE SANGA MILANO 45-56
PARZIALI: 8-20, 20-26, 33-36
PARKING GRAF CREMA: Melchiori 11, Nori 11, Gatti 7, Zagni, Capoferri, Radaelli, Caccialanza 3, Cerri, Parmesani n.e., Rizzi 7, Pappalardo 6, Guerrini n.e. All.: Stibiel.
Uscita per 5 falli: Nori 37′ (38-44).
IL PONTE CASA D’ASTE SANGA MILANO: Toffali 5, Novati 11, Cicic 7, Guarneri 8, Beretta 18, Mandelli 3, Dell’Orto n.e., Pagani, Meroni 2, Quaroni 2, Angelini, Stilo n.e. All.: Pinotti.
Nessuna uscita per 5 falli.
ARBITRI: Gurrera di Vigevano (PV) e Consonni di Ambivere (BG).