Brescia. Leggere aumenta la realtà, con un libro tra le mani: tocco, sfoglio, leggo. La lettura per la prima infanzia torna protagonista a Brescia con più di 70 incontri, laboratori e appuntamenti dedicati alle storie per i più piccoli.

Dal 23 settembre all’8 ottobre al via la 3^edizione di A Bi Book: Festival della Lettura per la prima infanzia. Un vero e proprio viaggio alla scoperta del libro e della lettura per bambini dagli 0 ai 36 mesi.

Da sabato 23 settembre gli appuntamenti: laboratori, tour culturali, eventi e letture animate nelle piazze del centro città: – Usciamo dalle biblioteche, contaminiamo le piazze, è questo il concetto da cui siamo partiti – spiega Luigi Paladin, direttore artistico del Festival – facciamo vedere che leggere è bello e stare insieme ai nostri figli è altrettanto piacevole.-

Tante le novità per l’edizione 2017 a partire dal tema “Con un libro tra le mani: tocco, sfoglio, leggo”: il festival quest’anno sarà dedicato alla fisicità del libro, è infatti “dal di fuori”, copertina, pagine, colori, che avviene il primo incontro tra libri e bambini, sia per i libri cartacei che per “i nuovi libri”, frutto della tecnologia digitale. Filo conduttore dell’edizione di A Bi Book sarà la fisicità del libro. È attraverso le mani e il tatto che i libri per i più piccoli passano da semplici oggetti a strumenti vivi capaci di trasportarli in mondi nuovi e fantastici.

Ospite d’onore di questa terza edizione sarà Jeanne Ashbé, illustratrice, scrittrice, logopedista belga, creatrice di storie che raccontano la vita quotidiana dei bambini venerdì 6 e sabato 7 ottobre con una serie di workshop e conferenze insieme a Francesca Archinto, editore di Babalibri.

Tante le associazioni, istituzioni e privati tra i partner della manifestazione. A partire dal mondo delle biblioteche: dalla felice collaborazione tra RBBC – Rete Bibliotecaria Bresciana e Cremonese e La Vetrina, esperienza di valorizzazione della lettura per l’infanzia e centro di documentazione unico in Italia con più di 60.000 titoli per bambini e ragazzi, alla Rete Bibliotecaria Scolastica Lib(e)ri Libri, formata dalle biblioteche di sette istituti scolastici di Brescia.

Senza dimenticare l’Associazione Montessori Brescia, il GAM (Gonzagarredi Montessori), Nati per leggere, l’AIB (Associazione Italiana Biblioteche), e le case editrici per l’infanzia: Babalibri, Bohem Press Italia, Uovonero e Minibombo. Quest’anno poi si aggiunge anche l’importante collaborazione con Fondazione Brescia Musei.

La terza edizione del Festival sarà però anche un evento diffuso che coinvolgerà diversi luoghi della città. Il centro di A Bi Book sarà Piazza del Mercato. A “presidiare la piazza”, per usare le parole del direttore Luigi Paladin, ci sarà una tensostruttura (Eventi Book) e uno spazio gonfiabile (Casa Book) per eventi e laboratori.

Lo spazio Eventi Book sarà inaugurato venerdì 29 settembre alle ore 15,30 e conterrà: l’officina del libro a cura di Luigi Paladin e Laura Mazzocchi, un luogo dove i bambini potranno esplorare la dimensione fisica dei libri, peso, dimensioni, volume; uno spazio multimediale con Nicoletta Tonoli e Mattia Lanzoni, che, grazie a un tavolo interattivo, permetterà ai bambini di giocare insieme.

Uno spazio Montessori arredato a misura di bambino a cura di GAM e infine una mostra di segnalibri realizzati dai bambini delle classi primarie e materne delle scuole di Brescia premiati nella maratona della lettura 2017 a cura di Lib(e)ri Libri e una selezione delle opere artistiche realizzate durante il Big Draw. La tensostruttura rimarrà aperta tutti i giorni dalle 15,30 alle 18,30 da venerdì 29 settembre fino a domenica 8 ottobre, la mattina solo su prenotazione per gruppi e classi.

Ma la piazza sarà anche il cuore del festival grazie all’iniziativa di solidarietà Asta silenziosa: una raccolta fondi a favore della biblioteca per bambini e ragazzi di Lampedusa, in collaborazione con IBBY Italia (International Board on Books for Young People). Sabato 30 settembre dalle ore 19,30 alle 22 gli interessati potranno aggiudicarsi i quadri di illustratori bresciani con puntate su fogli di carta esposti presso lo spazio Eventi Book.

L’iniziativa no-profit sarà affiancata dalla presentazione delle ultime pubblicazioni della collana con i simboli “I libri di Camilla” con Sante Bandirali; dall’incontro con Franco Fornaroli, rappresentate di IBBY Italia sezione Lombardia, con l’iniziativa Libri senza Parole (Silent Books), esperienza che da Lampedusa è arrivata nella provincia bresciana grazie all’impegno di un gruppo di bibliotecari con l’iniziativa “Un sorriso: un libro per Silvia”, anch’essi presenti. La serata si concluderà con “Ninne nanne della tradizione italiana e di tutto il mondo” con Stefania Serramondi e Pierfrancesco Lovisetti.

Presente in piazza anche il Bibliobus della Rete Bibliotecaria Urbana. Dal 30 settembre e per tutta la durata del festival (9,30-12 e 14,30-18) la biblioteca a 4 ruote sarà in piazza con più di 400 libri per promuovere il sistema e i prestiti interbibliotecari, con particolare attenzione ai libri per bambini.

Tra i promotori anche la Provincia di Brescia che da trent’anni gestisce e coordina la Rete Bibliotecaria Bresciana, un’eccellenza di servizi bibliotecari a cui aderiscono 234 biblioteche bresciane, tra cui la biblioteca Queriniana e le biblioteche di circoscrizione.