Tempo di lettura: 1 minuto

Bobbio (Piacenza) – Di origine medioevale, il Palio vede la sfida dei contradaioli in varie gare di abilità, per la conquista del drappo che corona la Contrada vincente.

Come nel medioevo i cavalieri si sfidavano in singolar tenzone per l’onore, il prestigio ed i favori della propria dama, nuovamente oggi gli atleti bobbiesi, rappresentanti di ogni storica contrada, si sfideranno in varie gare di abilità per decretare la Contrada Regina della città, che per un anno porterà il titolo rimettendolo nuovamente in gioco l’anno seguente.

Cinque le storiche contrade che prendono il nome dalle altrettante porte d’accesso alla città medioevale già esistenti nel XII secolo: Alcarina, Fringuella, Agazza, Legleria e Nova.

Ad ognuna di essa è legato un colore ed un proprio stendardo. Colori che vestiranno gli atleti nelle emozionanti sfide che si disputeranno nel centro storico cittadino.

La manifestazione sarà aperta dal Corteo Storico che si snoderà dal Castello lungo le vie. Sfileranno i personaggi delle varie contrade, rappresentate dal proprio principe e principessa in testa e dal capitano con i vessilli e lo stemma della contrada di appartenenza, a seguire i contradaioli assieme agli atleti.

Durante le sfide, un ferreo regolamento con giudici severi ed imparziali assegnerà i vari punteggi e penalità ad ogni contrada gara dopo gara, fino a decretare finalmente la Contrada regina di Bobbio.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Esegui l'operazione aritmetica prima di inviare *