Brescia. Quattro appuntamenti con la cultura di pace e solidarietà condivisa, è questa la motivazione che i volontari del gruppo di Emergency di Brescia hanno organizzato per settembre e ottobre. Teatro, mostra fotografica, musica e aperitivi musicali.

Un’occasione per far conoscere il lavoro sanitario capillare e indispensabile che Emergency attua anche sul territorio Bresciano. Ad iniziare dallo sportello socio sanitario gratuito gestito a Brescia, in vicolo delle Lucertole, dai volontari che in un anno di attività ha già dato assistenza a 250 persone, maggior parte di nazionalità italiana, bresciana. Un termometro sociale che racconta della povertà che sta aumentando anche nel nostro territorio.

Il primo appuntamento è in programma per domenica 3 settembre dalle ore 19 in via Gasparo da Salò dove i ristoranti e bar della via organizzano un aperitivo musicale. Buon cibo, allegria e musica con Only Stones & Friends.

Al Mo.Ca. Venerdì 8 settembre alle 18,30 si inaugura al Mo.Ca. il centro delle nuove culture in via Moretto la mostra fotografica sull’Afghanistan e la guerra che soffoca il suo popolo con scatti di Monika Bulaj, visi, gesta e la vita delle persone negli scatti della fotoreporter. Sarà anche l’occasione per ascoltare dalla voce di Luca Radaelli, infermiere e responsabile dei progetti in Afghanistan e Anna Cordini, coordinatrice del gruppo di Brescia, le attività dell’associazione nel Mondo e del gruppo di Brescia.

Due saranno gli spettacoli gratuiti per l’Emergency Days: il 28 settembre alle 21 presso il cinema Eden con la proiezione del film: “Storia di una pallottola”, alla partecipazione del giornalista Christian Elia, autore del film,e dell’operatore sanitario Alberto Morato da poco rientrato rientrato dal Kurdistan iracheno.

L’ultimo appuntamento il 10 ottobre al Teatro San Carlino, con lo spettacolo “Viaggio Italiano” dell’attore Mario Spallino che racconta sul palcoscenico il progetto Italia di Emergency. Occasione per fare il punto con i volontari bresciani del lavoro dello sportello sanitario ad un anno di attività a Brescia.

Tutti gli incassi dell’Emergency Days saranno devoluti corsia pediatrica dell’ospedale di Kabul e il posto di primo soccorso di Dara in Afghanistan e dedicato a Simone Palini.

Il Gruppo Emergency di Brescia è attivo dal 1995 sul territorio cittadino e della provincia, volontari che nel tempo libero si dedicano alla raccolta di fondi per sostenere i progetti umanitari dell’associazione e si impegnano nella promozione di una cultura di pace.