Brescia – 3500 musicisti coinvolti, 480 formazioni iscritte, 100 situazione live in tutta la città per quasi mille esibizioni. Sono i numeri da record – ancora provvisori ma destinati a crescere – della Festa della Musica a Brescia 2018, organizzato dall’Associazione Festa della Musica di Brescia che si svolgerà sabato 23 giugno, dalle 10 del mattino fino a tarda notte, in tutta la città, trasformandola in un grande strumento musicale dal suono festoso e multiforme.

La più grande Festa della Musica d’Italia coinvolgerà anche quest’anno solisti, band, orchestre, cori e altri tipi di ensemble di tutti i generi musicali: dal pop alla classica, dal jazz al rock, dall’etno al funky, passando per il soul, l’elettronica, il folk, la musica da parata della festa è aperta a ogni genere musicale, senza steccati, tralasciando la distinzione fra professionisti e amatori ma con l’unico intento di celebrare la musica nella sua funzione culturale, aggregativa e di grande divertimento.

Molti le situazioni e le novità che caratterizzeranno la quinta edizione del Festival, sempre diretto dal dj Jean-Luc Stote. Per tutti gli amanti del dancefloor l’appuntamento imperdibile è con il “Castello Elettronico”, ovvero la musica elettronica protagonista dello splendido Castello di Brescia a partire dalle ore 16.00 sino alle 3 del mattino. Un mega evento organizzato da Redrum, Tekno City e Psybrixia, tre realtà bresciane legate ai party e ai loro artisti con 3 stage (Techno/Minimal – Tekno/Hardtek – Psytrance/Goa), laser show, food & drink.

Il busking sarà invece protagonista di “Pausa buskers”, dalle 14.00 alle 16.00, dove tutti i palchi si fermeranno e sarà possibile esibirsi liberamente ma solo come artisti di strada. Un modo per evidenziare le possibilità che Brescia offre a tutti i buskers di proporre la propria arte a contatto diretto col pubblico, secondo una concezione della musica aperta e lontana dai divieti.

Si chiama invece “0-18” il progetto di contaminazione fra musica, teatro e differenti forme d’arte che coinvolgerà i bambini e i ragazzi degli istituti scolastici e musicali di Brescia negli spazi del MO.CA., che ospitano anche la sede dell’Associazione Festa della Musica di Brescia.

Altre novità verranno svelate nei prossimi giorni. Intanto però vengono confermati per il terzo anno di fila i concerti nelle carceri della città: Canton Mombello e Verziano.

Al di là delle novità però la peculiarità della Festa della Musica di Brescia è quella di offrire gratuitamente al pubblico per un giorno un’incredibile quantità di concerti che coinvolgeranno sia artisti alle prime armi che nomi più importanti del panorama nazionale, grazie alla collaborazione fondamentale di tutte le realtà musicali di Brescia e provincia. Il tutto per scattare una fotografia il più possibile compiuta, articolata e vitale della comunità musicale bresciana e dei territori limitrofi, una rete di persone composta dai musicisti, dagli addetti ai lavori e dal pubblico che da cinque anni invade la città facendola letteralmente “suonare”.

La Festa della Musica di Brescia è una grande festa popolare che celebra tutta la musica e diffonde la Bellezza in ogni dove. I palchi della Festa sono pronti a dare visibilità a chiunque abbia voglia di imbracciare uno strumento o di prendere in mano un microfono per fare ascoltare il proprio Suono e la propria Voce.