Tempo di lettura: 2 minuti

Breno (Brescia) – Dopo lo strepitoso successo di “Cats“, andato in scena nel corso del 2017 per più repliche e che ha valicato i confini del Teatro delle Ali, gli allievi e i docenti dell’Accademia Arte e Vita si apprestano a presentare la loro ultima fatica, un altro mito del musical mondiale: “A Chorus Line“, il capolavoro di Michael Bennet che debuttò a Broadway nel 1975.

Lo spettacolo debutterà nel prossimo fine settimana con ben tre imperdibili repliche: sabato 28 aprile (alle 20.45) e domenica 29 aprile (alle 16.00 e alle 20.45).

A Chorus Lineracconta gioie e dolori di un gruppo di ballerini che hanno un solo obiettivo: realizzare il proprio sogno artistico, proprio come i ragazzi del Corpo di Ballo del Progetto Danza e gli allievi del Dipartimento di Teatro dell’Accademia Arte e Vita, diretti ancora una volta dagli insegnanti Lorenzo Trombini e Francesca Faini.

Un’audizione: decine di performer da selezionare per formare un cast di otto persone.A Chorus Line” racconta vite e sogni di ballerini che vogliono danzare a Broadway. Tra affitti non pagati, età che avanza, risate e lacrime, si scopre che questi sognatori si conoscono bene, per avere affrontato insieme, gli uni contro gli altri, tante audizioni. La paura per un nuovo rifiuto e lo sconforto degli eliminati raccontano un mondo che visto da fuori appare luccicante, ma è fatto di sacrifici, dedizione, delusioni che si susseguono e mettono a dura prova la volontà di qualsiasi artista, anche del più tenace.

Lo spettacolo è cantato dal vivo in inglese.


A Chorus Line” è un musical concepito, diretto e coreografato da Michael Bennett, con musiche di Marvin Hamlisch e testi di Edward Kleban. Il libretto è di James Kirkwood Jr e Nicholas Dante. ll musical è stato concepito basandosi su diversi workshops registrati con ballerini di Broadway, 8 dei quali entrarono a far parte del cast originale.

Andò in scena per la prima volta a Broadway il 25 luglio 1975 allo Shubert Theatre, e rimase in scena fino al 28 aprile 1990, dopo 6.137 esibizioni, consacrandosi come lo show più longevo a Broadway, almeno fin quando non fu superato da Cats nel 1997. Il record è attualmente detenuto da Il fantasma dell’Opera. Precedentemente, il 21 maggio dello stesso anno, era stato prodotto e presentato Off-Broadway al The Public Theater.

A Chorus Line ricevette nel 1975 12 nomination per i Tony Award, vincendone 9: miglior musical, miglior attrice (Donna McKechnie), miglior attore non protagonista (Sammy Williams), miglior attrice non protagonista (Kelly Bishop), miglior regista (Michael Bennett), miglior libretto di musical (Dante e Kirkwood), migliori musiche (Hamlisch e Kleban), miglior design di luci (Tharon Musser) e miglior coreografo (Michael Bennett e Bob Avian). Vinse anche il premio Pulitzer per la drammaturgia nel 1976, uno dei soli nove musical.

A Chorus Line fece anche una tournée, compresa un’esibizione al Pantages Theatre a Hollywood.

Il 6 ottobre 2006 A Chorus Line è tornato in scena a Broadway in una versione rivisitata.

(da Wikipedia.it)

CONDIVIDI
Silvano Treccani
Nato a Leno nel 1964 lavora presso Cassa Padana Bcc dal 1995. Le sue grandi passioni sono la musica, il cinema, la lettura e la corsa podistica. Rigorosamente in quest'ordine. E guai a cambiarlo.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Esegui l'operazione aritmetica prima di inviare *