“Quando vivi in un luogo a lungo, diventi cieco perché non osservi più nulla. Io viaggio per non diventare cieco.” – Josef Koudelka

Crema (Cremona) – Parte la diciassettesima edizione de “Il viaggio attraverso le immagini”, il ciclo di videoproiezioni a cura di Andreina Castellazzi.

Il primo ospite sarà Enrico Madini con una videoproiezione dal titolo Popoli dimenticati dal tempo. Genti dell’Etiopia del Sud.

Un viaggio nell’Etiopia meridionale, nell’area denominata “Regione delle Nazioni, Nazionalità e Popoli del Sud”, colpisce sempre nel profondo. Konso, Mursi, Surma, Karo e Hamer vivono ancora come centinaia, o forse migliaia, di anni fa. E così le altre 40 etnie presenti in questa area. L’isolamento geografico ha favorito il mantenersi di tradizioni spesso singolari, talora anche cruente e difficili da comprendere ai nostri occhi: frustate rituali, scarificazioni, piattelli labiali sono solo degli esempi. Ma il fascino di queste popolazioni sta anche nel loro rispetto della natura, da cui queste persone sanno di avere origine e da cui traggono ogni possibilità di sussistenza. Uno sguardo a queste realtà ci deve far riflettere su alcuni orientamenti del mondo moderno. Anche per questo, salvaguardare questa unicità culturale diventa un imperativo per il mondo civile. Genti minacciate, queste, da grandi interessi economici: alcune terre posseggono ricchezze minerarie importanti, altre sono messe in pericolo dalla costruzione di una diga che altererà gli equilibri naturali e la capacità di sostentamento di questi popoli.

Nella serata verranno approfondite alcune caratteristiche di queste popolazioni; particolare attenzione verrà posta ai loro rituali, alle loro cerimonie e alle abitudini di vita. Racconti, fotografie, clip di audiovisivi e brevi documentari accompagneranno lo spettatore in un viaggio straordinario.

Non mancheranno accenni all’attività di supporto a favore di una di queste etnie effettuato dalla Onlus Barjo Imè, che si premura di facilitare l’accesso all’acqua e alla scuola della popolazione Hamer.

Enrico Madini, medico, istruttore subacqueo, appassionato di viaggi e fotografia, con le sue foto ha ottenuto vari premi, tra i quali il primo posto nel concorso Lonely Planet Italia 2015, nel concorso DiaframmiChiusi Photography Awards di Chiusi (Siena) 2016 ed è stato finalista nel Sony World Photography Award 2015. È Socio Fondatore della Onlus Barjo Ime’, nata per sostenere la popolazione Hamer in Etiopia. I racconti e le gallerie fotografiche di Enrico Madini sono visibili sul sito, sulla piattaforma Mille Battute e sulla sua pagina Facebook.

Gli appuntamenti di “Il viaggio attraverso le immagini” sono promossi dall’Associazione Culturale Angolo dell’Avventura in collaborazione con la Biblioteca Comunale di Crema.