Tempo di lettura: 2 minuti

Ferrara. Assieme al coreografo Guacha Gomes, per migliorare la consapevolezza del proprio corpo Ferrara Off organizza due giornate per diventare turisti di sé stessi Il 24 e 25 settembre per scoprire il proprio corpo come si scopre un paesaggio, relazionarsi all’ambiente circostante con maggiore consapevolezza. Il workshop In ascolto del sé in movimento è aperto a tutti: giovani e anziani, danzatori professionisti, performer e pensionati, studenti e impiegati.

«Chi passa la giornata al pc ha usato il proprio corpo per 24 ore, esattamente come un ballerino – spiega il suo curatore, il coreografo portoghese Pedro Guacha Gomes – Ma spesso del corpo ci si dimentica, viene vissuto come qualcosa di scollegato, ci si ricorda che esiste solo quando la sera si torna a casa col mal di schiena o altri disturbi.ferrara0025

L’obiettivo del workshop è aiutare i partecipanti a riconoscere le proprie percezioni, i messaggi che i sensi provano a comunicare. Tra l’assenza di sensazioni e, per esempio, un mal di stomaco esistono infinite sfumature, alle quali è importante prestare attenzione, così come è importante avere consapevolezza di sé e dei propri movimenti per migliorare il rapporto con l’ambiente in cui si vive».

Il workshop si terrà negli spazi teatrali di Ferrara Off, in via Alfonso I d’Este 13, sabato 24 e domenica 25 settembre, dalle 10 alle 14.30, con mezz’ora di pausa. La prima giornata sarà dedicata a esplorare sé stessi, tramite esercizi ricavati dall’anatomia esperienziale, la seconda invece sarà focalizzata sul dialogo che si crea, attraverso il movimento, tra il proprio corpo e il luogo in cui ci trova.

«Si faranno assieme diversi esercizi, che non serviranno a ottenere un dato risultato ma a far capire il processo. Alla fine di ogni giornata ci sarà spazio per le domande e per un confronto informale», conclude Gaucha Gomes.

Coreografo, insegnate ed interprete, la sua biografia è costellata non solo da importanti collaborazioni internazionali, come ad esempio con lo Stuttgart Ballet, la Deutsche Opera Berlin, il Teatro Korzo e il Netherlands Dance Theatre, ma anche da una particolare attenzione alla formazione, alla comunicazione e all’iterazione tra diversi ambiti artistici. In questa occasione a Ferrara metterà a disposizione la sua grande esperienza nel campo della somatica, disciplina olistica che valorizza la comprensione di sé stessi attraverso la comprensione del proprio corpo.

Il workshop sarà tenuto in lingua inglese, con traduzione simultanea in italiano. Possono iscriversi al massimo 20 partecipanti e richiede una quota di iscrizione di 60 euro.

Per maggiori informazioni e iscrizioni scrivere a info@ferraraoff.it oppure telefonare al numero 3336282360. Per scoprire i nuovi corsi organizzati da Ferrara Off per l’anno 2016/2017: www.ferraraoff.it.

CONDIVIDI
Valerio Gardoni
Giornalista, fotoreporter, inviato, nato a Orzinuovi, Brescia, oggi vive in un cascinale in riva al fiume Oglio. Guida fluviale, istruttore e formatore di canoa, alpinista, viaggia a piedi, in bicicletta, in canoa o kayak. Ha partecipato a molte spedizioni internazionali discendendo fiumi nei cinque continenti. La fotografia è il “suo” mezzo per cogliere la misteriosa essenza della vita. Collabora con Operazione Mato Grosso, Mountain Wilderness, Emergency, AAZ Zanskar.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Esegui l'operazione aritmetica prima di inviare *