Tempo di lettura: 2 minuti

Leno (Brescia)Domenica 18 novembre dalle 8.00 alle 22.00 i cittadini del territorio della provincia di Brescia saranno chiamati alle urne per il referendum consultivo provinciale relativo alla gestione del servizio idrico integrato. Il quesito «Volete voi che il gestore unico del Servizio Idrico Integrato per il territorio provinciale di Brescia rimanga integralmente in mano pubblica, senza mai concedere la possibilità di partecipazione da parte di soggetti privati?» apre moltissimi interrogativi. La posta in gioco è alta: l’esito del referendum – seppur di tipo consultivo – avrà peso nella determinazione della natura della gestione del servizio idrico fino al 2045.

Appuntamento martedì 13 novembre
Appuntamento martedì 13 novembre

La questione sulla gestione dell’oro blu è dibattuta da tempo: già nel 2011 i bresciani avevano espresso il proprio voto a favore della conduzione pubblica, sottolineando come l’acqua sia un diritto e non una merce. Questo referendum consultivo i bresciani esprimeranno nuovamente la scelta tra una regia municipale e una conduzione mista tra enti pubblici e privati, due ipotesi con conseguenze piuttosto rilevanti.

Per informarsi riguardo alle modalità di voto e gli effetti sul territorio, il circolo di Leno delle Acli Bresciane, in collaborazione con Fondazione Dominato Leonense e Comitato Acqua Pubblica Brescia promuovono la serata “Ogni goccia conta”, serata informativa per la bassa bresciana in merito al referendum provinciale sull’acqua pubblica.

L’incontro si terrà martedì 13 novembre alle ore 20.30 presso Villa Badia, via Marconi 28 e sarà guidata da Don Fabio Corazzina, parroco di Santa Maria in Silva in Brescia e da Mario Facchi, Consigliere provinciale Acli e Presidente del circolo Acli di Borgosatollo.

La serata è ad ingresso libero.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Esegui l'operazione aritmetica prima di inviare *