Tempo di lettura: 2 minuti

Brescia. Saranno tre grandi classici del pensiero filosofico come Plotino, Spinoza e Schelling, fulcro delle lezioni di filosofia dal titolo: “Il problema del male”, organizzate dalla Cooperativa Cattolico-democratica di Cultura, in collaborazione con i Padri Filippini della Pace. Tre incontri presso la Sala Bevilacqua di via Pace n. 10 alle ore 18.

Una iniziativa culturale giunta alla sua quindicesima edizione, che intende contribuire a diffondere sempre di più all’interno del nostro contesto sociale il ruolo educativo e la funzione critica del pensiero filosofico.

Quest’anno le lezioni saranno dedicate al problema del male nella consapevolezza che da sempre, e in particolare dopo le tragiche vicende del Novecento, non si può non continuare a chiedersi: perché tanto male e perché tanta sofferenza? E, ancora, perché il giusto sofferente e perché la sofferenza degli innocenti?

In questo orizzonte l’uomo, che non riesce a rispondere a tali questioni, le pone allora a Dio, forse perché, considerandole così radicali, si aspetta una risposta dalla radice dell’essere. A questo proposito si tratta però di capire come si possano “affermare insieme, senza contraddizione, le tre seguenti proposizioni: Dio è onnipotente, Dio è assolutamente buono, tuttavia il male esiste” (Ricoeur).

Per approfondire tali essenziali questioni, prendendo criticamente le distanze dal tempo presente non per allontanarci da esso ma per poterlo comprendere meglio, le lezione interrogano di tre grandi classici del pensiero come Plotino, Spinoza e Schelling che hanno riflettuto in epoche e modi diversi sul tema del male considerandolo rispettivamente come privazione dell’essere, conoscenza inadeguata della realtà e opposizione al bene.

Le conferenze saranno tenute da studiosi del calibro di Aldo Magris, Giuseppe D’Anna e Claudio Ciancio, di fama nazionale e internazionale che hanno dedicato ampio spazio della loro ricerca agli autori oggetto dei nostri incontri.

Per i contenuti e le finalità che abbiamo richiamato questi incontri possano risultare molto istruttivi sia per i giovani in formazione, con particolare riguardo agli studenti del triennio della scuola superiore, ai quali sarà rilasciato, su richiesta, un attestato di partecipazione valido per l’ottenimento dei crediti scolastici, sia per gli insegnanti e per tutte le persone interessate ad approfondire le ragioni dell’esistere, con l’augurio che si possa confermare ed eventualmente aumentare l’ampia partecipazione di pubblico delle precedenti edizioni.

L’organizzazione scientifica delle lezioni anche di questo ciclo è stata curata da Luca Ghisleri, docente di Filosofia delle religioni presso il Corso di filosofia e comunicazione dell’Università del Piemonte Orientale.

Tutte le lezioni sono a ingresso libero

Il programma:

8 marzo: Plotino – relatore: Aldo Magris (Professore ordinario di filosofia teoretica nell’Università di Trieste).
15 marzo: Spinoza – relatore: Giuseppe D’Anna (Professore associato di storia della filosofia nell’Università cattolica di Milano).
22 marzo: Schelling – relatore: Claudio Ciancio (Professore emerito di filosofia teoretica nell’Università del Piemonte Orientale).

CONDIVIDI
Valerio Gardoni
Giornalista, fotoreporter, inviato, nato a Orzinuovi, Brescia, oggi vive in un cascinale in riva al fiume Oglio. Guida fluviale, istruttore e formatore di canoa, alpinista, viaggia a piedi, in bicicletta, in canoa o kayak. Ha partecipato a molte spedizioni internazionali discendendo fiumi nei cinque continenti. La fotografia è il “suo” mezzo per cogliere la misteriosa essenza della vita. Collabora con Operazione Mato Grosso, Mountain Wilderness, Emergency, AAZ Zanskar.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Esegui l'operazione aritmetica prima di inviare *