Motella, Borgo San Giacomo, Brescia. Un “nido sicuro” per i bimbi e le famiglie  e punto di riferimento educativo per la prima infanzia è stato per quindici anni la “Scuola dell’Infanzia Rigarli” che, nonostante l’ottima valutazione, nell’anno 2015/2016, causa la crisi, ha dovuto chiudere i battenti.

Quest’anno, grazie alla tenacia e alla buona volontà di maestre e genitori, il micro nido riapre pronto ad accogliere una decina di bambini per la serenità delle famiglie e dei genitori che potranno far fronte con tranquillità agli impegni lavorativi, sapendo i loro figli in un “nido sicuro”. Lunedì 8 febbraio è indetta una serata per tutti i genitori interessati, alle 20,30 presso le sale della scuola materna, in via Grande 2 a Motella.Esterno-giardino, sabbionaia ecc. (3)

– Nel Micro nido c’è la possibilità di accogliere un massimo di 10 bambini – confermano entusiasti gli organizzatori del nido – quest’anno abbiamo già diversi iscritti e invitiamo le famiglie che per vari bisogni stanno valutando di inserire il proprio figlio/a ad un micro nido di venire alla serata informativa dell’8 febbraio. Le iscrizioni sono aperte per tutti i bambini del micro nido e scuola materna dall’8 Febbraio al 19 Febbraio 2016. Potrete avere tutte le informazioni sulle attività, gli orari, i costi in questa serata oppure telefonando per un appuntamento tutti i giorni dalle 8:30 alle 15:00 al numero 030348571-

Motella è un tranquillo borgo di campagna, con il traffico che corre lontano e il piccolo asilo nido è caratterizzato da un ambiente famigliare. E’ dotato di due sezioni, una del micro nido e una della scuola materna, ogni sezione ha degli spazi distinti per le attività e per il consumo dei pasti. A seguire i bimbi due insegnanti competenti e sempre aggiornate, inoltra da anni la scuola materna si avvale della collaborazione di alcuni esperti per corsi speciali: psicomotricità per il micro nido/scuola materna, nuoto per materna (laddove è possibile anche per il micro nido), e l’inglese per la materna.Alcune attivita (1)

Alla scuola non manca nulla, ha diversi spazi interni tra cui: 2 aule, 2 camerette per la nanna, 2 bagni, angoli gioco, palestra, sala pranzo, ingresso spogliatoio. Utilizziamo inoltre un’invidiabile spazio esterno, con un grande giardino, dove i bambini possono correre e utilizzare diversi giochi, casette, sabbionaia recintata. L’asilo è dotato inoltre di una cucina interna, i menu sono i linea con le direttive dell’Asl, disponibili ad accogliere eventuali diete particolari.

Con la riapertura il servizio ha aggiornato gli orari  dalle 8:30 alle 16:00, inoltre sono attenti alle esigenze lavorative e famigliari e offrendo la possibilità di apertura anticipata 7:30-8:30 e di una chiusura posticipata 16:00-18:00.Piscina

Perché scegliere l’asilo di Motella?

Perché il bambino e la famiglia si sente accolto, attraverso le insegnanti ha la possibilità di avere un’esperienza educativa tramite il gioco, le attività didattiche e acquisire competenze e sicurezza in se stessi: gioco libero e strutturato all’aria aperta o all’interno, parte educativa delle varie attività didattiche o attività particolari (psicomotricità, inglese, nuoto).

Le maestre costruiscono una relazione e collaborazione con le famiglie, durante l’anno ci sono inoltre alcuni momenti di aggregazione dove vi partecipano non solo i genitori ma anche i fratelli, le sorelle che a loro volta hanno frequentato l’asilo ed è molto piacevole e gratificante vedere quest’ultimi ritornare al “loro asilo” con gioia e con tanti bei ricordi di esperienze vissute in questo ambiente.

Da un anno è stato creato un profilo facebook per poter condividere con tutti i genitori che hanno dato il proprio consenso i diversi momenti della giornata dei loro bambini.

Valerio Gardoni
Giornalista, fotoreporter, inviato, nato a Orzinuovi, Brescia, oggi vive in un cascinale in riva al fiume Oglio. Guida fluviale, istruttore e formatore di canoa, alpinista, viaggia a piedi, in bicicletta, in canoa o kayak. Ha partecipato a molte spedizioni internazionali discendendo fiumi nei cinque continenti. La fotografia è il “suo” mezzo per cogliere la misteriosa essenza della vita. Collabora con Operazione Mato Grosso, Mountain Wilderness, Emergency, AAZ Zanskar.