Sia che si decida di tornare a casa per le feste, sia che si scelga di immergersi nell’atmosfera dei mercatini di Natale, una cosa è certa: ci si sposta con il carpooling.

Si viaggia in compagnia, si rispetta l’ambiente, si risparmia e si riescono a raggiungere anche quei posti non serviti da un trasporto pubblico capillare ed efficiente. BlaBlaCar, la più grande community al mondo di condivisione dei viaggi in auto, ha calcolato che tra il 23 e il 25 dicembre in Italia saranno offerti attraverso il suo portale 55 mila posti in auto.

logo“Un numero importante, considerato che si tratta praticamente solo di persone in partenza: la parte del leone la fanno coloro che tornano a casa per le festività natalizie, fuorisede e pendolari che lavorano in una città e hanno la famiglia e gli affetti in un’altra”, spiega Andrea Saviane, country manager Italia di BlaBlaCar.

Il periodo natalizio, infatti, è particolarmente gettonato dagli utenti della community che devono intraprendere viaggi lunghi: i posti sui treni si esauriscono velocemente, quelli sugli aerei hanno prezzi che lievitano di giorno in giorno.

Così, sono tantissimi quelli che optano per una macchina da condividere con altri passeggeri per ammortizzare le spese: “Un fatto molto apprezzato è che i passaggi offerti su BlaBlaCar mantengono invariato il prezzo sia che si prenoti tre settimane prima, sia un giorno prima”, sottolinea Saviane.

Per la prima volta, poi, quest’anno BlaBlaCar è mobility partner di alcuni mercatini di Natale che attraverso i propri canali web suggeriscono ai visitatori di scegliere una soluzione di viaggio sostenibile e social come il carpooling, consci del fatto che della condivisione dei veicoli beneficiano anche il traffico, le infrastrutture e i parcheggi.

In Trentino-Alto Adige la partnership coinvolge i mercatini di Trento, di Rovereto (TN), di Brunico e Merano (provincia di Bolzano); in Piemonte, il mercatino di Santa Maria Maggiore (Verbano-Cusio-Ossola). “Questa idea si avvicina molto alla nostra peculiarità di raggiungere anche mete altrimenti difficilmente raggiungibili – continua Saviane –: una possibilità che non sfugge a organizzazioni ed enti locali”.

E sono proprio occasioni come il Natale, l’Immacolata, i ponti primaverili e le gite turistiche fuori porta (come i mercatini di Natale), che fanno segnare i numeri più grandi.

Più in generale, i viaggiatori della community sono soprattutto pendolari settimanali che il venerdì lasciano la città in cui lavorano o studiano per trascorrere il fine settimana a casa (il venerdì, secondo una ricerca realizzata dal Politecnico di Milano, sono offerti tra il 60 e il 70 per cento dei passaggi in più rispetto agli altri giorni della settimana).

BlaBlaCar è attiva in Italia dal 2012: i viaggiatori italiani della community sono divisi equamente tra uomini e donne e hanno un’età media di 31 anni (ma sono soprattutto gli uomini che mettono a disposizione i passaggi).

Con ogni viaggio percorrono circa 320 chilometri. Per quanto riguarda le professioni più comuni, nel 35 per cento dei casi si tratta di impiegati; nel 20 per cento di lavoratori con un ruolo manageriale intermedio e nel 15 per cento di membri dell’Esercito o delle Forze dell’ordine.

Redattore Sociale
Il Network di Redattore sociale raggruppa diverse iniziative di informazione, documentazione e formazione sui temi sociali. A promuoverle è la Comunità di Capodarco di Fermo, dal 1966 una delle organizzazioni italiane più attive nell’intervento a favore di persone in difficoltà e oggi diffusa in varie regioni. Motore di questa rete è la redazione dell’Agenzia giornalistica quotidiana Redattore sociale, nata nel febbraio 2001 ed oggi attiva su un portale web riservato agli abbonati.