Tempo di lettura: 3 minuti

Pescarolo ed Uniti (Cremona) – Come avevamo preannunciato, aggiungiamo alle iniziative del mese un fuori programma: il lavoro portato avanti dalla compagnia teatrale “Sesto senso” da Tonarelli Agostino, la rassegna teatrale dal titolo “Siamo tutti viaggiatori”, che si concretizza in una proposta teatrale suddivisa in due spettacoli, che si svolgeranno nel cortile della Biblioteca (con ingresso da via Battisti).

Il primo appuntamento è in programma per la serata di venerdì 13 alle ore 21 si presenta con il titolo “Il viaggio-Italy Express” Commedia brillante scritta e interpretata dagli attori di drammaterapia danzamovimentoterapia “se un giorno partirete ricordate che il vero viaggio non è la meta che raggiungerete, ma il percorso che farete per arrivarci”. Interpreti Mirella Bendazzoli, Ivan Seghizzi, Andrea Bartoli, Giada Ottaviani, Benis Diams e lo stesso Agostino. La regia è di Caterina Gozzoli e Marcella Bonelli. Suoni e luci curate da Lorenzo Miglioli, Pavel Bonvicini e Giovanni Miglioli.

La seconda serata, proposta dalla compagnia teatrale “Gioventù bruciata” multiculturale e di “provenienza mediterranea” opera all’interno dell’ARCI di Cremona, dove si lavora secondo lo sviluppo sostenibile e dell’attenzione agli stili di vita e dove la convivenza è un valore e la diversità una risorsa “solo rispecchiandoci nell’altro, possiamo recuperare la nostra memoria e progettare il futuro”. Il lavoro è in programma domenica 15 alle ore 21 con il titolo “una rotonda sul mare” si tratta di un gruppo che, attraverso il teatro, lavora nell’ambito dell’integrazione e per questo gli attori del gruppo teatrale sono ragazzi richiedenti asilo, provenienti da paese Sub Sahariani, regista del lavoro Massimo Cauzzi.

Un’iniziativa che ancora una volta ha le sue fondamenta nei principi che hanno dato vita l’8 marzo 2018 alla compagnia “Sesto Senso” entrata con la sua attività nelle iniziative degli oratori del territorio dell’Unità Pastorale Cafarnao. In merito Tonarelli ricorda che da metà ottobre a metà giugno, presso l’Oratorio di Pescarolo, si svolgeranno le iniziative 2019/2020 relative alla scuola di teatro e al corso di dizione e lettura espressiva.

La scuola di teatro inizierà il 12 ottobre con la prima serata gratuita. Il corso è costituito da un complessivo di 130 ore di lezione, la frequenza, modificabile in accordo con i partecipanti, sarà stabilita per il martedì o giovedì dalle 21 alle 23, oltre ad un seminario di 3 ore previsto al sabato ogni due mesi. Nei i temi del corso rientrano il lavoro sensoriale e sullo spazio scenico, il lavoro fisico (il training), la respirazione e la voce, dizione e lettura espressiva, relazione con l’altro e con lo spazio, il monologo, la coralità, studio e costruzione di una scena, analisi del testo.

Il corso di dizione e lettura espressiva, in accordo con gli aderenti si concorderà la sera che dovrà essere diversa dal precedente e avrà inizio alle ore 16 di sabato 13 ottobre. Il programma suddiviso in metodologia e obiettivi, vuole gestire correttamente la voce arrivando a comunicare in modo chiaro ed efficace, trasmettere emozioni e l’essenza di un testo, arrivare ad utilizzare la voce in modo coinvolgente e carismatico. Il tutto può dare risultati nel dominio dei propri mezzi vocali.

Ad Agostino impegnato in questo importante lavoro l’auspicio che possa un giorno non lontano, tornare a fare teatro proprio nel teatro dell’Oratorio.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Esegui l'operazione aritmetica prima di inviare *