Tempo di lettura: 3 minuti

Pieve Terzagni (Cremona) – Anche questa volta i volontari di Pro Loco e G.S. Pescarolo, grazie anche a vari collaboratori, hanno raggiunto l’obiettivo, offrendo ai cittadini della piccola comunità alcuni bei momenti da trascorrere assieme, unitamente a persone provenienti da fuori e che hanno riempito piazza Martiri.

A creare qualche problema ci ha pensato il tempo, le previsioni non erano ottime, però, passata liscia la serata di venerdì, che ha decretato il successo della torta fritta di Mura e Letizia e completata dalla musica del cantautore Ducoli, gli organizzatori speravano di trovarsi in un isola felice.

Con questo auspicio, nelle prime ore del pomeriggio di sabato, si davano da fare per preparare la gara dei marubin. Certamente il peggiorare della situazione climatica, contribuiva ad avere, sia un’assenza di pubblico che una presenza di soli 4 gruppi concorrenti, composti rispettivamente da Aletti Marilena con le nipoti Maddalena e Elisa di Pieve Terzagni, poi l’altro formato da Mineri, Scanacapra e Amidani e due gruppi di Pescarolo, formati rispettivamente da Labinelli Rosa con le nipoti Serena,Eva e Elena e l’altro da Federica e Stefania Labinelli e l’amica Elisabetta Bobbi.

Alle 17.10 veniva dato il via alla competizione e i gruppi venivano discretamente seguiti, nelle varie operazioni, dai tre giurati, Alquati, Bodini e Nicoletti. Nella massima riservatezza, quanto realizzato veniva classificato con un numero, al termine, dopo la cottura, ognuna delle 4 specialità veniva degustata dai giurati per il giudizio finale, che veniva poi letto da Scodes G.L. classificando al primo posto, il trio Mineri, Scanacapra, Amidani e gli altri a pari merito.

Un plauso particolare all’impegno delle nonne e un applauso finale con un grazie ,da parte degli organizzatori a tutti i partecipanti. La foto di gruppo veniva fatta sempre sotto al gazebo , ma con l’ arrivo inesorabile della pioggia che comprometteva il resto della giornata.

L’ultima giornata è iniziata, come da programma alle ore 9.00. Era Cantoni Carletto ad accogliere gli ospiti partecipanti con i loro mezzi ad una esposizione che, con il passare dei minuti, andava sempre più arricchendosi di motociclette. Cantoni, oltre a dare a tutti un attestato di partecipazione, quale ringraziamento per la presenza, applicava poi ad ogni mezzo una scheda che ne riportava le caratteristiche essenziali.

Forse condizionata dal tempo anche la mancata presenza delle biciclette, l’unica presente, una vecchia Wonder, con i cerchioni delle le ruote in legno ancora in piena efficienza e portata da Mauro Lusiardi da Pescarolo.

Così verso le 11.00 erano schierati sulla piazza oltre 50 moto di ogni epoca e marca, una ghiotta occasione per esperti e appassionati i del settore. Con l’uscita dalla Messa, dedicata al Patrono e celebrata da Mons. Attilio, il suono delle campane era accompagnato dal rombo dei motori dei partecipanti all’esposizione, che cominciavano a rientrare alle loro residenze.

Dopo l’acqua della giornata precedente, una bella domenica di sole che si è poi conclusa in una serata fresca ma con una buona partecipazione alla cena, accompagnata dalla musica del dj Thomas Bona.

Ora il prossimo appuntamento è per i giorni 5, 7 e 8 settembre a Pescarolo per la “Festa dell’Oratorio”.

CONDIVIDI
Giampietro Masseroni
Classe 1940. ex sindaco di Pescarolo, appassionato estimatore del proprio territorio, del quale conosce- e riporta- vita, morte e miracoli...

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Esegui l'operazione aritmetica prima di inviare *