Rimini – Una proposta di qualità e più di 600 hotel aperti verso il tutto esaurito: è questo il biglietto da visita che dà il via al countdown del Capodanno più lungo del mondo di Rimini. Quest’anno con una dedica speciale al Maestro Federico Fellini, verso il centenario dalla nascita e le celebrazioni del 2020.

Un ricco calendario di cose da fare, fra musica, arte, spettacoli, iniziato a dicembre e che si avvia verso il momento più atteso. I festeggiamenti del 31 dicembre partiranno con il concerto di COEZ in Piazzale Fellini, per proseguire in centro storico con i Planet Funk e la Reunion delle discoteche storiche che hanno fatto grande la Riviera by night con i loro deejay e la loro ‘club culture’. E ancora il dj set con Roberta Lanfranchi e Cludio Guerrini di RDS 100% grandi successi, la doppia festa al Complesso degli Agostiniani fra musica latina e sonorità elettroniche, il brindisi fra arte e musica classica al Museo della città, il viaggio nelle radici della musica folk, dixieland, blues, country, rock, americana fra i mosaici della Domus del chirurgo. E uno speciale omaggio onirico dentro e fuori Castel Sismondo, in occasione della mostra Fellini 100 Genio Immortale, eccezionalmente aperta per Capodanno fino a tarda notte.

Andiamo nel dettaglio.
Si parte alle 22.15 in piazzale Fellini con il concerto di COEZ, simbolo del nuovo cantautorato italiano che, con il suo inconfondibile crossover di generi tra rap e pop, traghetterà il pubblico verso il nuovo anno, ripercorrendo tutte le hit che hanno inanellato un successo dietro l’altro, con oltre 20 dischi di platino al suo attivo. “La musica non c’è” solo fino alla mezzanotte, dopo i fuochi d’artificio sul mare la festa continua in centro storico con i Planet Funk e il loro audio/video show in piazza Malatesta ed una immensa discoteca sotto le stelle con la Rimini Dance Reunion: la “chiamata alla consolle” delle discoteche simbolo della riviera: Paradiso, Velvet, Slego, Baia degli Angeli, Cellophane, Barcelona. Tre location, sei discoteche, diciannove dj.

E poi ancora il complesso degli Agostiniani con lo staff del Grancaribe al Teatro degli Atti e le sonorità elettroniche di dj Cirillo e Dimmish nella sala Pamphili con lo spettacolo di video mapping a cura dell’associazione culturale Tana del Bianconiglio, la domus del Chirurgo con le sonorità americane dei Miami and the Groovers, il Museo della città con le note sofisticate di ART TRIO e la soprano Gloria Paci.

Tappa d’obbligo per tutti i viandanti di Capodanno è la mostra “Fellini 100 Genio immortale”. L’esposizione, aperta in via straordinaria fino a tarda notte e con ingresso ridotto, propone a chi varca la soglia del Castello per immergersi nel viaggio multimediale nell’immaginario del maestro del cinema, uno speciale set fotografico a tema realizzato da Enrico De Luigi dal titolo “Ritratti onirici”, ispirato alle atmosfere del film 8 e 1/2. A tutti i partecipanti sarà regalato un ritratto stampato sul momento. Fuori dal Castello, lo spettacolo fra sogno e realtà di art mapping ‘Oniricon’, a cura del consorzio dei saperi.

In piazza Cavour i giochi si aprono alle 22 con Ayron Dj e Sammy di Music academy rimini, per proseguire con Paolo-Nhe del Ghetto46, storico Dj del Paradiso ed ideatore dell’evento. A mezzanotte Roberta Lanfranchi e Claudio Guerrini di RDS 100% Grandi Successi accompagneranno il pubblico verso il brindisi di buon anno, saliranno quindi in consolle alcuni fra i migliori dj degli anni ’90 che hanno legato la loro carriera al Paradiso: mani del calibro di Gianni Morri, Max Padovani, Duke Dj. Vocalist d’eccezione per la serata: Mad Bob.

Sempre alle 22 si accende la festa anche in piazza Francesca da Rimini, con il rock marchiato Slego di Dj Gianma a rompere il ghiaccio, seguito da Full Nelson, asso storico della scuola Velvet. A conservare il calore della Piazza arriverà poi uno strato di Cellophane, con Gianni Parrini alla console. Gippo Angelini e Alfred Zanca ci porteranno infine in un viaggio nelle sonorità del Barcellona, altra punta di diamante del dancefloor degli ultimi 30 anni.

In piazza Malatesta dalle ore 23 si accende la musica in pieno stile Baia degli Angeli. Una line up d’eccezione che vedrà protagonisti della serata Ricky Montanari, Daniele Baldelli, DAN : ROS, Matteo Mussoni. Sul palco i PLANET FUNK con il loro audio/video show per ripercorrere i più grandi successi degli ultimi 20 anni in una inedita versione più elettronica, avvalendosi della collaborazione con alcuni dei più grandi producer della scena internazionale. Sul palco saranno protagonisti lo storico fondatore della band Alex Neri nel ruolo di DVO (director virtual orchestra), Marco Baroni ai synth & tastiere e la voce originale dei grandi successi della band Dan Black.

Il Museo della Città invita piccoli e grandi per salutare il nuovo anno, ascoltando musica, partecipando ad attività divertenti e brindando. Dalle ore 21.30 laboratori e storie fantastiche a cura di Cristina Sedioli per bambini dai 3 ai 6 anni e, dalle 22, ‘Notte dei Desideri’, una caccia al tesoro per bambini da 7 anni (prenotazioni: 0541.704415; 0541.793851).

Dalle ore 22.15, nella Sala del Giudizio, la musica incontra l’arte per una serata in musica con ART TRIO e la soprano Gloria Paci con un programma che spazia dalle arie d’opera più celebri come ‘Lascia ch’io pianga’ di Haendel, ‘Oh Mio babbino caro’ e ‘Quando men vo’ di Puccini, ‘Una voce poco fa’ di Rossini, per arrivare a brani più leggeri come ‘Por una Cabeza’ di Gardel, ‘Summer Time’ di Gerswin e ‘Libertango’ di PIazzolla. A seguire brindisi di mezzanotte. Dalle 21 alle 02 il Museo è aperto eccezionalmente con ingresso libero.

Protagonista fra i mosaici della Domus del chirurgo i Miami and the Groovers, una delle band italiane indipendenti più apprezzate e seguite, con alle spalle numerosi concerti anche in Inghilterra, Svezia, Austria e Stati Uniti. Il concerto è un viaggio alle radici della musica folk, dixieland, blues, country, rock, soul americana, una coinvolgente ed emozionante cavalcata attraverso le canzoni di Bruce Springsteen,Tom Waits, Bob Dylan, Bob Marley, Neil Young, LouReed, Van Morrison, una storia che racconta ed unisce le strade polverose di Jack Kerouac, John Steinbeck, John Fante, le visioni di Allan Ginsberg.

Capodanno al Cinema.
Il cinema Fulgor propone una serata nel cinema di Fellini con proiezione alle ore 21.30 e, a seguire, buffet dolce per brindare allo scoccare della mezzanotte. Nella Sala Federico: il film “Amarcord”, mentre nella Sala Giulietta la commedia musicale “The Blues Brothers” – 1980. E’ prevista anche una proiezione notturna alle ore 00:30. Ingresso a pagamento.

L’anno nuovo inizia con l’Opera.
Il Rigoletto, opera di Giuseppe Verdi in tre atti su libretto di Francesco Maria Piave è il nuovo allestimento prodotto dal Coro Lirico città di Rimini Amintore Galli APS, con la regia di Paolo Panizza. Sarà il Maestro concertatore MassimoTaddia a dirigere l’Orchestra della Scuola dell’Opera del Teatro Comunale di Bologna e il Coro Lirico città di Rimini Amintore Galli, quest’ultimo impegnato nelle vesti di cavalieri, dame, paggi e alabardieri. Ad interpretare il Duca di Mantova, il tenore Carmine Riccio, Rigoletto, buffone di Corte, è il baritono Andrea Zese, Gilda, figlia di Rigoletto è il soprano Giulia Della Peruta nelle recite dell’1 e del 4 e dal soprano Ayako Suo nella recita del 3 gennaio. Con la partecipazione della Compagnia Teatrale “RDL Ragazzi del Lago”, direttore Carlo Tedeschi, coreografa Annamaria Bianchini. Orari di svolgimento: 1 gennaio ore 17, 3 gennaio ore 20, 4 gennaio ore 20 Ingresso a pagamento.