Tempo di lettura: 2 minuti

Ferrara – In quasi tutte le piazze delle principali città italiane la notte di San Silvestro sarà animata da spettacoli musicali, balli e spettacoli pirotecnici. Quella di Ferrara però è veramente speciale con la riproposizione del 16° anno consecutivo dell’incendio del Castello Estense.

Allo scoccare della mezzanotte il Castello, simbolo del fascino della città, diventa il protagonista di uno show piromusicale riconosciuto come uno dei più emozionanti in tutta Italia, tanto da essere rappresentato ogni anno tra le immagini di apertura dei vari servizi televisivi del 1° gennaio.

Quest’anno lo spettacolo proposto è il frutto della collaborazione tra Giuliano Sardella, che rappresenta la 4ª generazione di una delle più antiche famiglie pirotecniche italiane e la Parente Fireworks, azienda leader nel settore della pirotecnia. La realizzazione seguirà i canoni del “Made in Italy”, dove l’immaginazione dei disegni, la fantasia dei singoli quadri, la qualità dei prodotti usati e la professionalità nella realizzazione sono le caratteristiche principali. Uno spettacolo costruito sulla particolarità del luogo ed in linea con l’evento nel quale viene inserito.

Sei brani musicali che spazieranno dalla lirica alla classica alla moderna, faranno da colonna sonora dello show lungo 20 minuti che vedrà meno botti e meno esplosioni per proporre uno spettacolo a basso impatto sonoro.

In attesa dell’evento si potrà assistere, presso la Sala Estense a partire dalle ore 21.15, allo spettacolo “Makkeroni a Capodanno, Makkeroni tutto l’anno”, ideato per le famiglie che vogliano attendere la mezzanotte al caldo. Divertimento assicurato con l’esibizione del rumorista Alberto Caiazza, che ha spopolato nell’ultima edizione di “Tu sì que vales”, affiancato dalle ballerine di Sasselles Show e dai conduttori Roberto Ferrari e Corrado Boldi. Tutto il cast di Makkeroni si recherà poi sul palco di piazza Castello per assistere assieme ai ferraresi all’incendio e per il conto alla rovescia verso il 2016.