Tempo di lettura: 2 minuti

Verona – Due giorni di incontri, seminari, workshop e festa aperti alla cittadinanza per far conoscere l’economia solidale promossa da Mag Verona: il 7 e 8 ottobre un centinaio di realtà veronesi in piazza San Zeno, dalle 10 alle 22.30 di sabato e fino alle 18 di domenica, esporranno il loro saper fare, per proporre un’idea differente di fare impresa.

L’iniziativa gode della co organizzazione del Comune di Verona – Assessorato alle Pari opportunità, del supporto tecnico di Acque Veronesi e del contributo di Amia, e si inserisce nel progetto biennale di responsabilità sociale di territorio “Cooperiamo per l’economia del buon vivere comune”, vincitore del bando della Regione Veneto “ResponsabilMente – Percorsi di Rsi”.

La giornata di sabato sarà dedicata all’approfondimento: dalle ore 10 alle 13 nella sala Zanotto del chiostro della basilica di San Zeno verranno presentate le linee guida frutto del progetto biennale di educazione finanziaria e bilancio familiare, condotto dallo sportello di microcredito di Mag Verona con 124 famiglie della provincia scaligera e realizzato grazie al sostegno di Fondazione San Zeno e Fondazione Cariverona.

Sempre in mattinata il pedagogista Gerolamo Spreafico, collaboratore di Fondazione Zancan, parlerà degli strumenti di contrasto alla povertà e i loro effetti, analizzando quali azioni apportino reali aiuti generativi, rispetto a pratiche inefficaci o addirittura controproducenti.

Seguirà nel pomeriggio, dalle 14.30 alle 17.30, un approfondimento sull’impresa sociale di beni e servizi per la vita, a cura di Simonetta Patanè, sociologa della conoscenza e partecipante alla Rete nazionale delle Città Vicine, insieme a Benedetto Gui, economista all’università Sophia di Loppiano – Economia di Comunione.

Concluderà il seminario Paolo Dagazzini, progettista di Mag Verona, con la presentazione del progetto “Erasmus+Ctrl+Alt+EntrePrise. Self-employment for social inclusion of vulnerable people”, co-finanziato dall’Unione Europea e dedicato all’integrazione sociale e lavorativa di persone svantaggiate o in condizioni particolarmente vulnerabili.

Oltre all’approfondimento teorico, ci sarà spazio per conoscere da vicino le imprese del circuito Mag, tra cui le start up di nuova artigianalità, la rete delle realtà artistiche, le nuove vite contadine e le imprese sociali educative e di cura, presenti in piazza con diversi laboratori didattici gratuiti.

La ristorazione sarà curata da un food truck e da altri punti di ristoro, mentre la sera di sabato si potrà ballare in piazza insieme al Gruppo Ricerca Danza Popolare e la musica del Brothan Trio. Dalle 17.00 alle 18.30 ci sarà anche un mini stage gratuito di danze popolari semplici.

«Per le imprese sociali a matrice Mag l’economia del buon vivere è fondamentale mettere al centro le relazioni dentro e fuori l’impresa, incontrarsi e farsi conoscere dalla città e dai territori – spiega Loredana Aldegheri, co-fondatrice di Mag Verona -.

La ricchezza non si misura solo con i fatturati, bensì con la generazione di buona vita nei contesti e nelle comunità, in dialogo con le istituzioni, le scuole, le altre imprese di vita e lavoro. Lo facciamo con una festa anche per raccogliere il testimone di Lino Satto, scomparso lo scorso 30 giugno, nostro presidente per 25 anni».

CONDIVIDI
La Redazione
Siamo a Leno (Brescia) presso il Centro Polifunzionale di Cassa Padana Banca di Credito Cooperativo. Se volete, venite a trovarci. Vi offriremo un caffè e faremo due chiacchiere.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Esegui l'operazione aritmetica prima di inviare *