Tempo di lettura: 2 minuti

Leno (Breascia) – Il Teatro di Desiderio di Leno, in collaborazione con la Compagnia Teatrale AnubiSquaw e la casa di produzione indipendente Egofilm, amplia la propria proposta formativa arricchendola con un Laboratorio annuale di Cinema.

Regia, linguaggio cinematografico, sceneggiatura, recitazione, tecniche di fotografia e di ripresa… Questi gli argomenti principali che saranno trattati durante il corso, che si propone di avviare i partecipanti alla regia cinematografica, ponendoli direttamente all’interno del processo creativo. Il laboratorio si terrà in Villa Badia a Leno (Brescia) con cadenza settimanale da novembre a maggio, con orario serale.

Lezioni più pratiche che teoriche, che hanno come obiettivo finale la realizzazione di un vero cortometraggio. Un prodotto finale di qualità che viene inviato ai principali festival nazionali ed internazionali di cortometraggi.

corso di cinema locandinaIl laboratorio è guidato da Antonio Capra, regista cremonese di molteplici cortometraggi e lungometraggi, oltre che vincitore di numerosi premi (tra cui ricordiamo i premi “De Sica” e “Sky Userfarm” con il corto “L’ultimo pasto” e con il film d’animazione “Caterina”).

Il programma prevede una visione a 360 gradi delle fasi di realizzazione di un corto, partendo da alcuni cenni storici sulla storia del cinema e sul ruolo del regista; si passa quindi ad apprendere le diverse tipologie di regia, il linguaggio cinematografico e la sceneggiatura; la composizione di una troupe e le azioni che deve compiere un regista.

Una seconda parte del corso è dedicata alla recitazione, alle tecniche di fotografia e della ripresa cinematografica; seguiranno incontri dedicati alla macchina da presa e la pellicola cinematografica, alle ottiche, la luce per chiudere con la post-produzione.

Tutti gli argomenti trattati sono supportati da esercitazioni pratiche che metteranno i partecipanti in relazione diretta con il lavoro del regista: dietro ad una macchina da presa o a confronto con un particolare movimento di macchina, dinnanzi ad un copione da comprendere e da trasporre in immagini o al cospetto di una serie di attori da provinare.

Ma soprattutto, ognuno è protagonista della sceneggiatura e della recitazione del cortometraggio, che viene scritto ed interpretato dagli allievi stessi. Ogni partecipante ha pertanto la possibilità di sperimentare i diversi ruoli appresi durante il laboratorio: ripresa, recitazione, inquadrature, suono, musiche, montaggio, che vengono equamente distribuiti fra tutti.

Mercoledì 4 novembre, alle 21, si tiene l’incontro, gratuito, di presentazione del laboratorio. Il corso prende il via dalla settimana successiva, sempre il mercoledì sera, al raggiungimento di un minimo di 8 iscritti fino ad un massimo di 15. Termina il 31 maggio. Il costo è di 15 euro a lezione.

CONDIVIDI
Daniela Iazzi
Cremonese di origine, studentessa a Milano e residente a Fidenza. Frequenta la Bocconi e si specializza in Arte, cultura e comunicazione. Lavora dal 2005 presso la Fondazione Dominato Leonense di Leno, dove promuove la storia del Monastero benedettino “Ad Leones” e attività di promozione del territorio.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Esegui l'operazione aritmetica prima di inviare *