Tempo di lettura: 4 minuti

Nell’11ª giornata di andata, ultima del 2021 vincendo nel testa-coda sul campo della Podolife Treviso (Perisa 11) la Parking Graf Crema (Nori 24) con una gara in meno si aggiudica il titolo di campione d’inverno e nel contempo centra la final eight di Coppa Italia come testa di serie n.1 del girone Nord.

Alle spalle della compagine cremasca troviamo l’Autosped Castelnuovo Scrivia (Rulli 22) che cede nel match clou di giornata sul campo della Delser Crich Udine (Turmel 20), mentre sul gradino più basso del podio troviamo la coppia composta da Rmb Brixia Brescia e la già citata Delser Crich Udine. Le bresciane (Zanardi 27) top scorer di giornata dopo aver condotto per quasi tutto il match cede nel finale sul non facile campo delle milanesi de Il Ponte Casa d’Aste SanGa Milano che in settimana ha riabbracciato Susanna Toffali top scorer della serata con 19 punti; mentre come già detto in precedenza troviamo le friulane della Delser Crich Udine che fermano la corsa della vice capolista Autosped Castelnuovo Scrivia. In una classifica così corta trovano spazio anche la coppia composta da Mep Alpo Villafranca e la già citata Il Ponte Casa d’Aste SanGa Milano. Le scaligere (Packovski 23) reduce dal pesante -40 di Crema superano a fatica la pericolante Itas Alperia Bolzano (Egwho e Vella 14), mentre le milanesi si aggiudicano il derby lombardo in rimonta contro la Rmb Brixia Brescia.

Appena sotto troviamo la sorprendente Posaclima Ponzano Veneto (Van Der Keijl 16) che si aggiudica lo scontro diretto con la pari classifica MantovAgricoltura San Giorgio 2000 a cui non sono bastati i 20 punti di Llorente e che nel frattempo viene raggiunta in classifica dalle milanesi della Blackiron Carugate (Diotti 21) che a sorpresa si aggiudica lo scontro salvezza contro Vicenza (Villaruel 17) che in settimana ha ricevuto ed accettato le dimissioni di coach Sinigaglia e che ha affidato l’incarico al vice Zordan. A quota 6 punti troviamo la coppia altoatesina composta da Acciaierie Valbruna Bolzano ed Itas Alperia Bolzano; le prime sono state stoppate dal Covid e che recupereranno il prossimo 6 gennaio il match casalingo contro il fanalino di coda Torino Teen, mentre le seconde cedono ma combattendo contro le veronesi della Mep Alpo Villafranca. Appena sotto troviamo le venete di Vicenza in piena crisi di risultati e che a loro precedono la coppia composta da Torino Teen e Podolife Treviso.


Treviso – Altra prova di forza della capolista Parking Graf Crema che nel classico testa coda supera senza grossi problemi la Podolife Treviso con il netto punteggio finale di 54 a 93, e si aggiudica il titolo di campione di inverno e nel contempo è matematicamente qualificata per la Final Eight di Coppa Italia in programma dal 3 al 5 marzo in sede ancora da stabilire.

Per questa gara coach Diamanti al rientro dopo la quarantena causa Covid schiera lo starting five composto da D’Alie, Melchiori, Nori, Conte e Pappalardo; mentre dall’altra coach Rossi risponde con De Giovanni, la croata Perisa prelevata in settimana da Broni 93, l’ex di turno Cecilia Zagni, Battilotti e Gini. La gara vede un inizio favorevole alle cremasche che trascinate da Nori miglior realizzatrice della serata con 24 punti e le triple di Melchiori e Conte volano sullo 0 ad 8 dopo 3′; poi la Podolife recupera e l’ex Zagni riavvicina le locali sino a +4, poi altro allungo delle biancoblu che volano a +17 con Vente, mentre il quarto si chiude con i canestri di Vaidanis (tripla), i tiri liberi di Diodati ed il canestro di D’Alie che fissano il punteggio sul 15 a 29 dopo 10′. Ad inizio 2° periodo breve passaggio a vuoto della Parking Graf e la Podolife con Perisa e Volpato piazza un minibreak di 6 a zero e le orange si riportano a -8 sul 21 a 29 al 12′, costringendo coach Diamanti al time out.

Alla ripresa del gioco Melchiori, Nori e D’Alie riportano le cremasche a toccare un vantaggio di una quindicina di lunghezze, ma le padrone di casa non mollano e si va al riposo sul punteggio di 29 a 50 con un canestro della solita Nori. Al rientro dagli spogliatoi la Parking Graf parte forte e concede solo 2 punti alle padrone di casa e nel frattempo vola sul +32 con un canestro di Nori, ma Treviso non ci stà ma il vantaggio non subisce sostanziali mutamenti e grazie a 6 punti filati di Vente chiude la 3ª frazione sul punteggio di 42 a 74. Ad inizio ultimo quarto ultima fiammata d’orgoglio per la Podolife che grazie ai canestri di Vaidanis e Perisa si riporta sotto le 30 lunghezze di ritardo, ma poco dopo D’Alie e Nori riporta le ospiti a +35, nel finale le trevigiane con le triple di Battilotti e Degiovanni provano a rendere meno amaro il passivo ma nei secondi conclusivi Capoferri e D’Alie spingono le biancoblu a sfiorare il quarantello chiudendo sul 54 a 93 finale.

PODOLIFE TREVISO-PARKING GRAF CREMA 54-93
PARZIALI: 15-29, 29-50, 42-74
PODOLIFE TREVISO: Degiovanni 10, Perisa 11, Zagni 10, Battilotti 3, Gini 6, Diodati 5, Vaidanis 5, Beraldo n.e., Merlini, Volpato 4. All.: Rossi.
Nessuna uscita per 5 falli.
PARKING GRAF CREMA: D’Alie 21, Melchiori 11, Nori 24, Conte 7, Pappalardo 4, Capoferri 5, Radaelli, Caccialanza, Parmesani, Rizzi 3, Vente 18. All.: Diamanti.
Nessuna uscita per 5 falli.
ARBITRI: Carella di Brindisi e Scolaro di Torino.