Tempo di lettura: 3 minuti

Nella 5ª giornata di andata di serie A2 femminile girone Nord solo 3 formazioni rimangono in testa a punteggio pieno. Si tratta della Parking Graf Crema (Nori 16) che si impone facilmente nel derby lombardo contro la pericolante Blackiron Carugate (Tulonen 13), Rmb Brixia Brescia (Turmel 25) che si aggiudica il match clou di giornata contro l’ex capolista Delser Crich Udine (Molnar 13) e l’Autosped Castelnuovo Scrivia (Rulli 14) che supera in casa le mantovane del MantovAgricoltura San Giorgio 2000 (Monica 14).

Alle spalle del trio di testa troviamo come accennato la coppia composta da Il Ponte Casa d’Aste SanGa Milano e Delser Crich Udine, con le carniche sconfitte a Brescia, mentre le milanesi (Madonna 21) cedono dopo un overtime contro la Mep Pellegrini Alpo Villafranca (Mancinelli 20) che ora si trova solitaria a soli 2 punti dalla coppia carnico-lombarda.

Appena sotto la formazione scaligera troviamo il terzetto composto da Acciaierie Valbruna Bolzano, MantovAgricoltura San Giorgio 2000 e Posaclima Ponzano Veneto. Le altoatesine (Pellegrini 9) al termine di un match con un totale di 75 punti realizzati piegano il fanalino di coda Podofolie Treviso, a cui non sono bastati i 9 punti dell’ex Team Crema Zagni. Insieme alle altoatesine come detto troviamo le mantovane superate sul campo della capolista Autosped Castelnuovo Scrivia e la Posaclima Ponzano Veneto (Van Der Kejil 22) che si aggiudica lo scontro salvezza contro l’Alperia Bolzano (Ovner 18) che rimane ferma a quota 2 al pari della Blackiron Carugate pesantemente sconfitta in quel di Crema, mentre Vicenza (Villaruel 22) si aggiudica lo scontro salvezza sul campo del Torino Teen a cui non sono bastati i 23 punti di Bevolo, che a sua volta rimane inchiodato in fondo alla classifica a pari merito con Treviso.


Crema (Cr) – Ennesima prova di forza della capolista Parking Graf Crema che davanti al pubblico amico della Cremonesi si aggiudica il derby lombardo contro la pericolante Blackiron Carugate con il punteggio finale di 85 a 50, e cala la manita.

Per questa gara coach Diamanti schiera il collaudato starting five composto da D’Alie, Melchiori, Leonardi, Pappalardo e Vente; mentre dall’altra parte coach Cesari risponde con Baiardo, Meroni, Diotti, l’ex Grassia e Tulonen. La gara tra cremasche e milanesi dura solo 5′, poi la Parking Graf minuto dopo minuto allunga il gap e per le ospiti non c’è più nulla da fare: in soli 10′ il tabellone segna 26 a 7 per le biancoblu locali. Nel 2° quarto il copione non cambia con la Parking Graf sempre a comandare con ampi margini e si arriva così all’intervallo con le padrone di casa che hanno già doppiato le malcapitate milanesi e si va all’intervallo sul punteggio di 46 a 23.

Ad inizio 3ª frazione la Parking Graf non ancora sazia amplia ancor più il proprio vantaggio ed al 27′ Vente con 2 tiri liberi spinge le cremasche a +30 e poco dopo Nori dalla lunetta spinge le biancoblu a +41, ma sul capovolgimento di fronte l’ex Canova dopo l’uscita dell’altra ex Grassia chiude il quarto sul punteggio di 75 a 38. Gli ultimi 10 minuti vedono le due squadre non forzare più del dovuto e nel finale coach Diamanti concede qualche minuto alle giovani Parmesani e Guerrini ed il match si chiude sul punteggio finale di 85 a 50 con il canestro di Vente.

PARKING GRAF CREMA-BLACKIRON CARUGATE 85-50
PARZIALI: 26-7, 46-23, 75-38
PARKING GRAF CREMA: D’Alie 2, Melchiori 15, Leonardi 12, Pappalardo 11, Vente 14, Nori 16, Conte 6, Capoferri 4, Caccialanza 2, Parmesani, Rizzi 3, Guerrini. All.: Diamanti.
Uscita per 5 falli: Pappalardo 38′ (83-48).
BLACKIRON CARUGATE: Baiardo 5, Meroni 4, Diotti 7, Grassia 3, Tulonen 13, Faroni, Nespoli 2, Usuelli 6, Lavezzi, Canova 10. All.: Cesari.
Uscita per 5 falli: Grassia 30′ (73-35).
ARBITRI: Alessi di Lugo di Romagna (RA) e Bergami di San Pietro in Casale (BO).