Nella 3ª giornata di ritorno del campionato di serie A2 femminile girone Nord turno favorevole alle squadre di casa che hanno vinto in 5 occasioni su 7. Al comando troviamo la Delser Crich Udine (Cvijanovic 17) che nel match clou di giornata cede in casa la propria imbattibilità e dopo 10 vittorie consecutive contro la Parking Graf Crema (Nori 21), che grazie a questo successo si porta a soli 2 punti dalla compagine carnica e con una gara ancora da recuperare. A pari merito con la compagine cremasca troviamo la coppia piemontese Autosped Castelnuovo Scrivia ed Akronos Moncalieri; le prime (Cl.Colli 14) si impongono in trasferta sul campo della Alperia Bolzano (Fall 14) dove mercoledì 27 gennaio ospiterà la Parking Graf Crema nel recupero della 10ª giornata di andata non disputata lo scorso 5 dicembre a causa del Covid-19, e le torinesi (Cordola 18) che superano in volata una mai doma Ecodent by Drain Alpo Villafranca 99 (Conte 13).

Appena sotto continua il momento no di Vicenza (Villaruel 16) che cede in trasferta di misura sul campo della Edelweiss Albino (Agazzi 13) e mantiene 2 punti di vantaggio sul MantovAgricoltura San Giorgio 2000 (Marchi 20) che supera la Schiavon Ponzano Veneto (Miccoli 14) e precede a sua volta la Ecodent by Drain Alpo Villafranca 99.

A chiudere la zona playoff il terzetto composto da Il Ponte Casa d’Aste SanGa Milano, Sarcedo e Schiavon Ponzano Veneto. Le prime 2 si sono affrontate nello scontro diretto in terra vicentina che ha visto prevalere la squadra di casa di misura trascinata dai 25 punti di Pieropan, mentre per le lombarde non sono bastati i 14 punti della coppia Toffali-Beretta, mentre come detto la Schiavon Ponzano Veneto cede dopo un match equilibrato sul campo della sorprendente MantovAgricoltura San Giorgio 2000.

Appena sotto questo terzetto risale la classifica l’Edelweiss Albino che al termine di un match equilibrato supera di misura Vicenza, mentre in zona playout continua la serie negativa della Alperia Bolzano che cede in casa alla blasonata Autosped Castelnuovo Scrivia, mentre nel delicato scontro salvezza ritorno al successo per la Fanola San Martino di Lupari trascinata dai 14 punti della coppia Guarise-Nezaj che si impone nello scontro diretto contro la Blackiron Carugate a cui non sono bastati i 17 punti della coppia Micovic-Meroni e che viene agganciata all’ultimo posto in classifica dalla formazione patavina.

Udine – Grande impresa della Parking Graf Crema che passa sul campo della capolista Delser Crich Udine che vede fermarsi la serie positiva ad 11 vittorie consecutive imponendosi con il risultato finale di 53 a 65, e si riporta a 6 punti dalla compagine carnica.

Per questa gara coach Stibiel ex di turno deve fare a meno di Rizzi in panchina per onor di firma e schiera lo starting five composto da Melchiori, Nori, Gatti, Caccialanza e Pappalardo; mentre dall’altra parte coach Matassini risponde con Peresson, Sturma, l’ex di turno Scarsi, Pontoni e Cvijanovic.

La gara vede un inizio con diverse forzature da ambo le parti, con la Parking Graf avanti di 1-2 lunghezze, poi nella seconda parte del quarto la capolista piazza un parziale di 11 a zero involandosi sul 19 a 9 con la tripla di Peresson; nel finale un tiro libero di Melchiori ed una tripla di capitan Caccialanza permette alle biancoblu di recuperare in parte lo svantaggio chiudendo a -6 sul punteggio di 19 a 13. Nella 2ª frazione continuano le forzature da ambo le parti, ma la Delser Crich è cinica e spietata e con Da Pozzo si porta avanti di 8-9 lunghezze, ma la Parking Graf è sul pezzo e nei minuti conclusivi con un gioco da 3 punti di Nori ed una tripla di Gatti va al riposo con soli 2 punti da recuperare sul risultato di 29 a 27.

Al rientro dagli spogliatoi la Parking Graf entra in campo con un’altra mentalità e trascinata da Gatti, Nori, Pappalardo e Melchiori prende un vantaggio di 7 lunghezze ma le padrone di casa non mollano e grazie a Scarsi ed una tripla di Blasigh si riporta a -2, costringendo coach Stibiel al time out. Alla ripresa del gioco un canestro di Capoferri riporta le cremasche a +4, ma sul capovolgimento di fronte è l’immarcabile Cvijanovic ad accorciare ed il 3° periodo si chiude sul punteggio di 42 a 44. All’inizio dell’ultimo periodo Melchiori e Nori spingono la Parking Graf a +7, ma le padrone di casa non mollano e grazie ai canestri della solita Cvijanovic e dell’ex Scarsi la Delser Crich si riporta a -4; ma nel finale Gatti e Nori spingono le ospiti sino a +10, mettendo al sicuro il risultato e chiudendo il match sul 53 a 65 finale.

DELSER CRICH UDINE-PARKING GRAF CREMA 53-65
PARZIALI: 19-13, 29-27, 42-44
DELSER CRICH UDINE: Peresson 9, Sturma 2, Scarsi 7, Pontoni 3, Cvijanovic 17, Buttazzoni n.e., Blasigh 3, Braida 2, Turel, Lizzi 2, Da Pozzo 8, Medeot n.e. All.: Matassini.
Nessuna uscita per 5 falli.
PARKING GRAF CREMA: Melchiori 7, Nori 21, Gatti 16, Caccialanza 3, Pappalardo 10, Zagni, Capoferri 8, Radaelli n.e., Parmesani n.e., Rizzi n.e., Guerrini n.e. All.: Stibiel.
Nessuna uscita per 5 falli.
ARBITRI: Bonetti di Ferrara e Cassinadri di Bibbiano (RE).