Verona. Fondazione Umberto Veronesi lancia un appello a tutte le donne italiane che hanno combattuto un tumore femminile per diventare Pink Ambassador. Obiettivo del progetto: dimostrare che dopo la malattia si può tornare a vivere più forti di prima

Dopo lo straordinario successo della passata edizione del Pink Is Good Running Team, che ha visto la partecipazione di 157 donne ex pazienti oncologiche su 14 città: Verona, Milano, Monza Brianza, Varese, Torino, Bologna, Firenze, Perugia, Roma, Napoli, Bari, Catania, Palermo e Cagliari, per l’edizione 2021 il progetto di Fondazione Umberto Veronesi vuole continuare ad affermarsi come un vero e proprio movimento nazionale in rosa per la prevenzione contro i tumori femminili.

Ogni anno il gruppo di Pink Ambassador cresce sempre di più e sta diventando una vera e propria rete di sostegno fra donne che hanno vissuto un’esperienza comune: un tumore femminile. Per questa ragione Fondazione si pone per la prossima edizione l’ambizioso obiettivo di far crescere questo gruppo, coinvolgendo sempre più donne che vogliono condividere la propria esperienza a sostegno della ricerca scientifica d’eccellenza e della prevenzione, per dimostrare l’importanza della diagnosi precoce e dei corretti stili di vita nella lotta contro i tumori.

La scienza ha ormai provato i benefici dell’attività fisica a tutti i livelli di prevenzione, non solo quella primaria che previene dall’insorgenza delle malattie. Secondo numerosi studi scientifici fare movimento in modo costante nel tempo riduce il rischio di recidive e favorisce il recupero psicofisico dei pazienti oncologici.

Anche per questa edizione, le nuove Pink Ambassador selezionate sosterranno saranno seguite da un team d’eccellenza che comprende nutrizionisti e psicologi e intraprenderanno un intenso allenamento gratuito fino al 31 ottobre 2021, coordinato e gestito dalla Federazione Italiana di Atletica Leggera, per prepararsi a correre una mezza maratona, sempre al grido di:” Niente ferma il rosa, niente ferma le donne”.

Il reclutamento di donne operate di tumore al seno, utero o ovaie, che abbiano concluso le terapie entro settembre 2020, sarà attivo per un mese a partire da lunedì 11 gennaio attraverso l’invio della propria candidatura sull’apposito form https://reclutamentopink.fondazioneveronesi.it/ , per partire con gli allenamenti ad aprile 2021.

Fondazione Umberto Veronesi nel 2013 ha istituito il progetto Pink is Good, con lo scopo di finanziare medici e ricercatori di altissimo profilo che hanno deciso di dedicare la propria vita allo studio e alla cura del tumore al seno, utero e ovaio. Ogni anno in Italia 55.000 donne si ammalano di tumore al seno, oltre 10.000 all’utero e oltre 5.000 alle ovaie. Pink is Good, inoltre, si occupa anche di diffondere l’importanza della prevenzione come arma salva-vita, grazie ad attività di comunicazione e incontri gratuiti per le donne.