Brescia. Si apre il progetto “Generazione” per  l’anno 2018, una vera opportunità per i giovani che hanno voglia di mettersi in gioco, un’esperienza da vivere con entusiasmo per Anno di Volontariato Sociale, l’espressione dell’impegno per l’educazione dei giovani voluto da Caritas Italiana in collaborazione con alcune Caritas locali, tra queste la Caritas diocesana di Brescia.

Un progetto che nasce dalla volontà di offrire un segno tangibile dell’attenzione condivisa delle Caritas lombarde nei confronti dei giovani e dei loro bisogni emergenti nel contesto sociale odierno, secondo l’approccio della pedagogia dei fatti.

È una proposta impegnativa della durata di un anno rivolto ai giovani dai 18 ai 28 anni anche senza cittadinanza italiana, compatibile con lavori part-time o con percorsi universitari senza obbligo di frequenza. Ha un orario di servizio mensile (tra 50 e 100 ore) flessibile e concordabile tra struttura e volontario in relazione alle disponibilità reciproche.

Permette di svolgere l’esperienza in svariati centri operativi anche se non accreditati per il servizio civile nazionale, a supporto dell’esperienza di servizio è previsto un percorso formativo di gruppo, con appuntamenti sia presso la sede della Caritas diocesana di Brescia che presso altri centri operativi della Diocesi. È previsto un rimborso delle spese.

Si inizia con un colloquio di orientamento con l’incaricato dalla Caritas diocesana, previo appuntamento anche telefonico in orario di ufficio durante tutto l’anno. Il colloquio è con il responsabile-referente di una struttura individuata come più confacente alle attitudini e alle possibilità del giovane. Segue una prova di servizio con modalità e tempi concordati dal giovane con il responsabile della struttura.

Le finalità  rispetto ai giovani sono:

  • promuovere esperienze di servizio in uno stile nonviolento e di cittadinanza attiva
  • stimolare l’approfondimento della dimensione valoriale umana e cristiana promuovendo un cammino di fede e di carità cristiana vissuta
  • promuovere, attraverso l’esperienza di vita comune, l’autonomia e la responsabilità, la tolleranza e la capacità di convivere con le differenze in una prospettiva cristianamente orientata

Le finalità rispetto al territorio sono:

  • promuovere esperienze che aiutino a comprendere, attraverso il sostegno alle fasce più deboli della società, le problematiche sociali attuali e a maturare comportamenti di giustizia e solidarietà
  • promuovere e diffondere nelle comunità la cultura della nonviolenza, del servizio e della cittadinanza responsabile
  • stimolare le istituzioni ad investire in modo adeguato nel volontariato giovanile e in forme alternative di difesa nonviolenta della patria

Obiettivi rispetto ai giovani

  • sensibilizzare ed educare al senso della vita che si realizza se viene sostenuta dai valori cristiani di gratuita’à, di accoglienza e di giustizia
  • offrire occasioni diversificate di impegno, affinche’é possano essere attivati dall’esperienza e continuare, a seconda della propria scelta di vita, ad avere attenzione ai bisogni del prossimo
  • promuovere la condivisione, l’indipendenza, l’autonomia e l’accoglienza
  • offrire l’opportunita’à di riflettere sul proprio progetto di vita
  • scoprire la “Caritas” dentro l’ottica della vita cristiana che si esprime in scelte e atteggiamenti concreti di solidarieta’à umana

Obiettivi rispetto al territorio

  • rafforzare una rete di collaborazioni tra la Chiesa, gli Enti pubblici, il privato sociale e giovani
  • far conoscere le proposte Caritas e la sua metodologia di lavoro
  • far conoscere ai giovani la rete di enti e associazioni di solidarietaà’ sociale
  • promuovere, insieme agli enti del territorio, iniziative comuni di sensibilizzazione al volontariato e al servizioContatti: Diego Mesa e  Francesca Becattini, Promozione Volontariato Giovanile Caritas diocesana di Brescia, Piazza Martiri di Belfiore, 4 Brescia tel. 030.3757746
    email: volontariatogiovanile@caritasbrescia.it
    facebook: Volontari giovani Brescia
    sito: www.caritasbrescia.it