Tempo di lettura: 2 minuti

Mi scrive Abigail, femmina, 31 anni, mano destra

grafo_abigail

Prima di tutto, grazie per le gentili parole di apprezzamento…

Poi, vediamo le caratteristiche della personalità di Abigail:

la grafia presenta tratti giovani e morbidi, propri di chi riesce ad adeguarsi ad ambienti diversi, pur mantenendo con un buon senso dell’IO la propria dignità del vivere (del resto, Claparède e Sterne indicano, come qualità precipua dell’intelligenza, l’adeguamento all’ambiente)

Inoltre, la nominata capacità artistica, riconosciuta dalla stessa Abigail è notevole, ma inferiore, come valore, alla fortissima capacità estetico/costruttiva/ingegnosa. In altre parole, sì, esiste capacità artistica, ma essa è innestata su di una ben articolata base di creatività ingegnosa, particolarissima capacità non solo di riprodurre, ma anche di mettere in collegamento più cose diverse, per comporne una del tutto nuova.

  • Democraticità, ma non commistione: Abigail è disposta ad accettare ogni interlocutore, ma dà la propria amicizia ed intimità solo a chi non è né rozzo, né becero; solo a chi abbia il lume dell’intelletto e dell’idealità. Abigail non può innamorarsi di chi non abbia un substrato spirituale (al di là dell’attività svolta dal soggetto: questo non ha importanza) degno di questo nome.
  • Conflittualità con la figura femminile in generale, ma anche parentale: sarebbe interessante poter porre alcune domande e sentire le relative risposte
  • Tendenza a cali di tensione, improvvisi, ma di rapido recupero, sia mentale, sia fisico
  • Atteggiamento di educata formalità: si conferma il fatto che rozzi e maleducati vengono immediatamente allontanati dalla mente e dal cuore
  • “costrizione”: è un segno molto particolare e recessivo, che indica che, a volte, nel suo vivere, Abigail “deve” fare, anche molto malvolentieri, alcune cose. E questo le pesa talmente che può anche somatizzare.
  • Ottimale capacità di approfondimento, pur in un contesto di ansia e di ricerca, a volte troppo puntualizzante, di armonioso vivere. Non è permalosa, ma ricorda a lungo. Non si vendica, ma cancella .

Solo un piccolo consiglio: Abigail dovrebbe “lasciar correre” più spesso di quanto ora non faccia, sulle diversità e le inconsce offese dell’habitat.

Abigail lasci che il fiume scorra e non guardi le foglie galleggianti…passano, passano. E non ne rimane traccia.

CONDIVIDI
Anna Grasso Rossetti
Dopo l'insegnamento mi sono dedicata alla libera professione di: psicologa, perito grafico, esperto del segno presso i Tribunali, docente di psicologia della scrittura, di comunicazione fattiva e tecniche di rilassamento, consulente in Sessuologia, psicologa dello Sport. Sono iscritta al Collegio Lombardo Periti Esperti e Consulenti.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Esegui l'operazione aritmetica prima di inviare *