Tempo di lettura: 2 minuti

Borgonato di Corte Franca, Brescia. AbilityChef è una vera e propria gara di cucina tra coppie formate da persone con disabilità (motoria, cognitiva e/o sensoriale) ed i loro accompagnatori. In perfetto stile MasterChef i concorrenti si sfidano preparando il miglior piatto possibile utilizzando ingredienti a sorpresa nascosti sotto delle Mystery Box.

Domenica 14 novembre alle ore 18:00 torna AbilityChef, il contest di cucina ideato e organizzato da Associazione Argilla, un’Associazione senza scopo di lucro che opera nel rispetto e nell’inclusione delle persone con disabilità motoria, cognitiva o sociale. L’evento è organizzato in collaborazione con MasterChef che prevede la partecipazione di 8 persone con disabilità in coppia con un aiutante (amico o amica, partner o caregiver).

La gara si terrà nel ristorante stellato Due Colombe presso il Borgo Antico San Vitale di, in Franciacorta. La piccola e suggestiva chiesa sconsacrata del Borgo ospiterà il pubblico (sono attese 90 persone) e gli sfidanti che dovranno preparare un piatto sul momento, secondo le indicazioni della Mystery Box. La premiazione avverrà alla fine della serata e a decretare la coppia vincitrice sarà una giuria composta da un’ospite d’onore, due chef e dalla prima classificata nella gara virtuale “AbilityChef da casa” tenutasi l’anno scorso nei mesi più duri del confinamento.

Il contest arriva così alla sua 4ª edizione, che si è fatta a lungo sospirare. Era infatti calendarizzata per aprile 2020, ma la pandemia l’ha fatta slittare di un anno e mezzo. Fortunatamente lo chef Stefano Cerveni ha rinnovato l’ospitalità presso il suo ristorante Due Colombe, dove si era già tenuta la 3^ edizione, e a confermare presenza e supporto c’è anche MasterChef, di cui sarà presente la project manager Veronica Ferrari. Il progetto è stato realizzato inoltre con il contributo di Fondazione Cariplo, impegnata nel sostegno e nella promozione di progetti di utilità sociale legati al settore dell’arte e cultura, dell’ambiente, dei servizi alla persona e della ricerca scientifica.

Attraverso un evento di alto impatto estetico ed emotivo lo scopo è lasciare a ciascuno il ricordo di un’esperienza indimenticabile che permane nel tempo e che svolge un effetto domino su altre persone. Nel corso della serata sono previsti anche momenti musicali e un buffet per gli spettatori, servito nel rispetto delle norme anti-covid.

Tutto pronto insomma per ripartire, stare insieme, divertirsi e mettersi in gioco ai fornelli!

Giornalista, fotoreporter, inviato, nato a Orzinuovi, Brescia, oggi vive in un cascinale in riva al fiume Oglio. Guida fluviale, istruttore e formatore di canoa, alpinista, viaggia a piedi, in bicicletta, in canoa o kayak. Ha partecipato a molte spedizioni internazionali discendendo fiumi nei cinque continenti. La fotografia è il “suo” mezzo per cogliere la misteriosa essenza della vita. Collabora con Operazione Mato Grosso, Mountain Wilderness, Emergency, AAZ Zanskar.