Tempo di lettura: 2 minuti

Gattatico, Reggio Emilia. Ancora pochi giorni per partecitapare al concorso fotografico Emilio Sereni 2016, la scadenza è 30 giugno. Il tema messo a concorso “Abitare la casa rurale. La partecipazione è gratuita e aperta a tutti i fotografi.

Ambienti e persone” pone l’attenzione sul rapporto tra l’uomo che oggi abita e lavora i campi con la sua casa, ancora uno dei più importanti risultati dell’adattamento dell’uomo alla condizione di agricoltore e allevatore. In diretto contatto con la terra, la casa costituisce il polo attorno il quale chi lavora i campi svolge la propria vita: tra uomo e abitazione intercorre una relazione intima e la casa contribuisce a determinare l’identità di chi la abita.

Saranno accettate le fotografie che in modo pieno, originale e suggestivo sapranno interpretare questo tema.

Quarta Edizione del concorso fotografico promosso dalla Summer School Emilio Sereni – Storia del paesaggio agrario italiano – VIII Edizione, in collaborazione con il Circolo degli Artisti di Reggio Emilia, La Bottega Photographica di Boretto e il Fotoclub Colibrì di Modena.IMG_3296

Le foto devono essere inviate su supporto digitale (CD) a: Istituto Alcide Cervi, Biblioteca Archivio Emilio Sereni, Segreteria Organizzativa Summer School Sereni, via F.lli Cervi 9 – 42043, Gattatico (RE) OPPURE tramite e-mail a biblioteca-archivio@emiliosereni.it

Ai fini della partecipazione è inoltre necessario compilare la scheda di iscrizione e inviarla a: biblioteca-archivio@emiliosereni.it

La Giuriaè composta da: Gaetano Baglieri, scultore, Gabriella Bonini, responsabile Summer School Emilio Sereni, Matteo Colla, architetto e fotografo, Antonella De Nisco, artista, land art, Enrico Manicardi, presidente Circolo degli Artisti Reggio Emilia, Giuliano Fornaciari, dirigente scolastico e Consiglio Soci Istituto Cervi (giurato supplente)

Invio esito della Giuria: entro 30 luglio 2016

Premiazione: 23 agosto 2016. Le opere premiate e quelle ritenute dalla Giuria consone al tema del concorso saranno messe in mostra nelle sale espositive del Museo Cervi e visibili sul sito www.istitutocervi.it

CONDIVIDI
Valerio Gardoni
Giornalista, fotoreporter, inviato, nato a Orzinuovi, Brescia, oggi vive in un cascinale in riva al fiume Oglio. Guida fluviale, istruttore e formatore di canoa, alpinista, viaggia a piedi, in bicicletta, in canoa o kayak. Ha partecipato a molte spedizioni internazionali discendendo fiumi nei cinque continenti. La fotografia è il “suo” mezzo per cogliere la misteriosa essenza della vita. Collabora con Operazione Mato Grosso, Mountain Wilderness, Emergency, AAZ Zanskar.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Esegui l'operazione aritmetica prima di inviare *