Tempo di lettura: 2 minuti

a cura di Mario Lodi

Piadena (Cremona) – Caro Mario Lodi, dall’ultima volta che ci hai scritto sono successe tante cose: in una gita al Castello di Spezzano abbiamo visto l’antica Fiorano e come i nostri antenati lavoravano l’argilla per fabbricare utensili, vasi e anfore.

La Gazzetta di Modena ha parlato della nostra adozione a distanza di Mateyo. La nostra compagna Sara ha adottato anche lei un piccolo africano di nome George Lokolima. Assomiglia molto a Mateyo.
Altre due nostre compagne hanno adottato un piccolo Keniota. Così in Kenia ci saranno altri tre bambini un po’ meno poveri!
Abbiamo fatto amicizia con una “ammiratrice” del Kenia che si chiama Annalisa Randelli e ci ha fatto vedere bellissime foto di animali, persone, villaggi.

In particolare ci ha colpito quella di un bimbo di nome Simon che purtroppo ha l’AIDS, e quella di un altro bambino di soli cinque anni che ha costruito con le sue mani una bicicletta di legno. Abbiamo saputo che verrai a Fiorano a inaugurare la tua mostra del giocattolo scientifico. Così ci potremo conoscere di persona.
Ti salutiamo caramente.
La classe IV e le maestre Susanna ed Elena.


Risponde Mario Lodi

L’adozione a distanza di bambini sfortunati è un atto di alto livello morale che lascerà il segno nella vostra coscienza per sempre. In un mondo come il nostro, dove sembra prevalere il disinteresse verso i bisogni degli altri, e la felicità sembra ridursi alla ricchezza materiale, voi avete fatto sbocciare un fiore raro: la solidarietà.

Accanto ai problemi della povertà, della fame e delle malattie, c’è anche quello del disastro ecologico. La vostra scuola di qualità non lo può risolvere, ma può far nascere nella mente e nel cuore dei bambini di oggi, che saranno gli adulti di domani, l’idea che ognuno può far qualcosa in tal senso.

E che i bambini possono quindi essere i promotori della salvezza del nostro pianeta.
Vi saluto tutti in un grande abbraccio.
Mario Lodi

CONDIVIDI
Redazione di Popolis
Ci trovate a Leno, in piazza Dominato Leonense. Venite a trovarci. Per contattarci scrivete a: info@popolis.it

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Esegui l'operazione aritmetica prima di inviare *