Tempo di lettura: < 1 minuto

Pescarolo ed Uniti (Cremona) – Portare a Pescarolo gli appassionati di aereomodellismo? Era stata un ipotesi che aveva circolato alcuni mesi fa tra i Pescarolesi e faceva riferimento ad una sessantina di aerei che sarebbero arrivati gratuitamente da un appassionato, il signor Ernesto Biagi di Casalmaggiore che li aveva realizzati nel corso degli anni, con tanta passione, e ora intendeva disfarsene, però solo in parte a causa di un valore affettivo verso alcuni.

L’A.N.C.R locale si dimostrava interessata alla cosa, però, nonostante la disponibilità anche da parte dell’Amministrazione Comunale a collaborare, la difficoltà a trovare uno spazio idoneo a sistemare 47 pezzi, alcuni dei quali con apertura alare di un metro, la costrinsero a rinunciare e quei pezzi che finirono a Cremona.

Successivamente, superati i problemi creati dalla zona arancio del covid-9, l’appassionato Ernesto decise di disfarsi anche dei restanti 16 e così in questi giorni, dopo una verifica, si è provveduto al recupero dei modellini che al momento, in accordo con il Sindaco Cominetti, sono stati collocati nella stanza al primo piano del centro anziani.

Realizzati e conservati per alcuni decenni, mostrano il segno degli anni, però restano sempre il ricordo degli aerei da combattimento di ieri. Così, anche se in minima parte, si è data una risposta alla richiesta originaria, la loro collocazione definitiva si vedrà. Con l’aiuto di qualche esperto del settore, si cercherà di fare di ogni pezzo una scheda con le loro caratteristiche, nell’intento di dare ad ognuno l’esatta collocazione nella storia.